LA GIUSTA DIETA PER I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE

 

Sono gli oli di pesce e i loro grassi omega-3 una buona aggiunta alla dieta del vostro cane?

La risposta è semplicissima: tutto dipende dalla dieta del vostro cane.

Il vantaggio principale di alimentazione dell’ olio di pesce per i cani è la sua capacità di bilanciare i grassi omega-6 con le infiammatorie necessarie. Se la dieta del vostro cane contiene la parte di grassi omega-6, più comunemente a seguito di un tenore di grani pesante e oli vegetali, si potrebbe aver bisogno di  un olio di pesce per bilanciare la sua dieta. Ciò è una buona idea per cambiare la dieta e ottenere quei granelli infiammatori e oli vegetali fuori dal vostro cane prima di considerare l’aggiunta dell’ olio di pesce alla sua dieta.

I grassi omega-6 non sono un nemico per il vostro cane, poiché entrambi i grassi omega-3 e omega-6 controllano importanti ormoni nel corp. Essi sono entrambi importanti. Se il vostro cane mangia troppo o troppo poco, i suoi ormoni e il suo sistema immunitario sarà fuori equilibrio.

Ma qual è il giusto equilibrio?

Il consiglio che vi proponiamo sarà questo: un rapporto ideale di omega-6 acidi grassi e omega-3.

Ci sono altri fattori che potrebbero rendere la dieta del cane piena: olio di pesce. I cuccioli hanno una maggiore necessità di acidi grassi essenziali di tutti i tipi, come fanno i cani in stato di gravidanza e in allattamento o per recupero da un infortunio o di malattia cronica. In questi tempi, alimenti come fegato e tuorli provenienti da animali nutriti con erba, così come piccole quantità di olio di fegato di merluzzo, potrebbero essere sufficienti per un cane che ha iniziato una dieta di alta qualità.

Alcuni cani possono ancora aver bisogno di altri oli omega-3 nella loro dieta. I sintomi di carenza di omega-3 includono:

 

affatica

strato a secco

traballante pelle secca / pruriginosa

unghie fragili

dolori articolari

 

Se ritieni che il tuo cane non è “soddisfatto” della sua dieta o della sua vita e non è a suo agio nell’ambiente in cui si trova, egli ha bisogno di più grassi omega-3. Allora si potrebbe prendere in considerazione dandogli olio di pesce. Ma prima di farlo, è importante prima capire le potenziali che questo olio può offrire. Non tutti gli oli di pesce sono creati uguali e bisogna cercare l’olio di pesce nutriente e sano per il vostro cane. Ecco alcuni fatti poco noti sull’ olio di pesce prima di decidere se farne uso.

Prima problema è che la maggior parte di proprietari di animali domestici alimentano il loro amico a 4 zampe  con olio di pesce per tutta la vita. Quindi, bisogna consultare bene il tempo dell’olio di pesce e quando farne uso.

Negli ultimi anni, ci sono stati alcuni risultati preoccupanti, con un aumento di malattie cardiache e morte improvvisa.

Inoltre, una revisione pubblicata sulla rivista online BMJ ha esaminato i dati provenienti da 38 studi e ha scoperto che mangiare da due a quattro porzioni di olio di pesce alla settimana ha ridotto il rischio di ictus negli esseri umani del 6 per cento rispetto a mangiare una porzione o meno,invece cinque porzioni alla settimana ha ridotto il rischio del 12 per cento.

Ma i risultati degli studi randomizzati che hanno usato gli integratori di olio di pesce non hanno mostrato alcun effetto significativo sul rischio. Si pensa così che dando del semplice pesce ai cani è meglio rispetto all’utilizzo di olio di pesce.

Gli scienziati stanno cominciando a imparare che i derivati alimentari non possono sempre fornire gli stessi risultati attesi come fonti alimentari per intero. Questo ci porta al prossimo punto.
La vitamina E carenza

Troppo olio di pesce e omega-3 possono portare ad una carenza di vitamina E. Alcuni oli di pesce contengono vitamina E per compensare questo, ma non sempre è prevedibile nel corpo, soprattutto quando si utilizza un integratore a lungo periodo.

E ‘anche importante considerare che i grassi saturi e monoinsaturi sono probabilmente molto più importanti per il corpo che la PUFA (o grassi polinsaturi) perché sono di gran lunga la principale componente del tessuto adiposo nella maggior parte dei mammiferi. In realtà, solo circa il 4% delle calorie del vostro cane deve essere PUFA – così poche porzioni di pesce fresco a settimana potrebbe essere tutto ciò che  ha bisogno il tuo cane per stare bene. Dare enormi quantità di olio di pesce sarà certamente esaurire le riserve di vitamina E del vostro cane molto più veloce di piccole dosi.

danno ossidativo

Un altro motivo per cui dare il vostro cane pesce fresco potrebbe essere una scelta migliore rispetto olio di pesce è che gli acidi grassi omega-3 (e omega-6) sono estremamente vulnerabili al danno ossidativo.
Quando le particelle di grasso si ossidano, si rompono in composti più piccoli, come la malondialdeide (MDA), che sono pericolosi perché danneggiano le proteine, DNA e altre importanti strutture cellulari. Uno studio condotto da Mata et al hanno dimostrato che i danni ossidativi con l’assunzione di omega-3 aumentano il grasso .
Ciò non è sorprendente se si capisce la composizione chimica dei grassi. PUFA, compresi tra omega-3 e omega-6, sono altamente vulnerabili ai danni ossidativi perché sono gli unici acidi grassi che hanno due o più doppi legami, ed è il carbonio che si trova tra i doppi legami che è vulnerabile all’ossidazione.

Saturi e monoinsaturi non aumentare il danno ossidativo da una quantità significativa: i grassi saturi non hanno doppi legami, il che significa che stanno ben protetti contro l’ossidazione. I grassi monoinsaturi sono leggermente più vulnerabili, in quanto hanno un doppio legame, ma non così tanto come PUFA che hanno diversi doppi legami.
Anche se i grassi immagazzinati nel pesce sono ben caricati con omega-3, il grasso è anche il luogo dove le tossine vengono memorizzate. I nostri oceani stanno diventando sempre più inquinati di minuto in minuto.

I metalli pesanti come l’arsenico, il cadmio, piombo e mercurio sono un sottoprodotto del nostro stile di vita industriale. Essi non sono facilmente ripartiti, e finiscono nell’ambiente a livelli bassi, soprattutto nei pesci e di conseguenza anche nell’olio di pesce.

Gli effetti negativi di metalli pesanti possono comprendere disturbi cognitivi, disfunzione del sistema nervoso, la cecità, mancanza di coordinamento, la sordità, lo sviluppo di alcuni tipi di cancro al fegato, irreversibili e danni ai reni e persino la morte.

Insieme con i metalli pesanti, ci sono anche altri composti tossici che si accumulano nel pesce. Bifenili policlorurati (PCB) possono causare problemi di pelle, spasmi muscolari, bronchiti e disturbi del sistema nervoso. Le diossine e furani sono stati collegati a una serie di effetti negativi per la salute, tra cui la pelle, il fegato e problemi al sistema immunitario, endocrino e riproduttivo interruzioni e lo sviluppo di alcuni tipi di cancro. Questo è particolarmente un problema per cani giovani. Tuttavia, i PCB e le diossine si trovano anche in carne, latticini e verdure.

Se si decide di mangiare pesce al posto di olio di pesce, quindi è importante determinare quali pesci contengono la minor quantità di tossine e anche che i pesci sono sostenibili . In generale, i pesci che sono più bassi della catena alimentare come sardine e le acciughe hanno naturalmente una minore concentrazione di contaminazione. Per questo motivo, può essere saggio cercare un prodotto a base di questi pesci.

Alte dosi di oli di pesce presi ogni giorno può aumentare la percentuale di tossine in modo significativo. Così i produttori di olio di pesce utilizzano un processo chiamato distillazione molecolare per rimuovere le tossine dall’olio. Ma tutto il pesce contiene un ingrediente importante che nell’olio di pesce non è così: il selenio.

Naturalmente, il mercurio è una preoccupazione quando si tratta di alimentazione dei pesci. Tuttavia, il selenio ha un’affinità con il mercurio e si lega con esso, formando una nuova sostanza, rendendo difficile per il mercurio entrare nel cervello. in realtà, il selenio può prevenire i danni celebrali ossidativi associati con la tossicità del mercurio.

La maggior parte del pesce che si consuma in Nord America contiene significativamente più selenio del mercurio (con l’eccezione di molti pesci al vertice della catena alimentare, come ad esempio lo squalo, re sgombro, pesce spada, ecc).

Quindi, se si vuole alimentare il vostro cane con il pesce, invece di olio di pesce, il mercurio può essere meno di una preoccupazione. Se si sceglie di mangiare olio di pesce, quindi fornendo al vostro cane un intera fonte di cibo di selenio potrebbe essere una buona idea, per la ragione di seguito.

Praticante Integrativa Chris Kresser avverte che, anche se quasi tutti i produttori di olio di pesce vi diranno che  il loro prodotto è privo delle tossine, le analisi di laboratorio indipendenti possono dire il contrario. Quindi è essenziale chiedere un certificato di analisi (COA) dal produttore prima di acquistare il loro prodotto. Un COA è un’analisi effettuata da un laboratorio indipendente per misurare gli ingredienti di un prodotto e confermare se si vive fino a quanto sostenuto dal produttore.
La capacità di assorbire i componenti benefici di olio di pesce è basata sulla forma molecolare degli acidi grassi. Il più naturale e meno chimicamente modificato è la biodisponibilità.

Questo è vero per qualsiasi sostanza nutritiva.

Quando si confrontano la biodisponibilità di pesce con olio di pesce, ci sono alcune componenti da considerare.
contenuto di nutrienti

L’olio di pesce contiene principalmente EPA e DHA, sebbene oli di pesce conterranno anche vitamina D. D’altra parte, pesce intero contiene non solo EPA e DHA, ma la vitamina D, selenio, proteine, cofattori e un profilo di acidi grassi più completa dai pesci olio.
Potenza

Questo è dove l’olio di pesce può avere un vantaggio rispetto al pesce. L’olio di pesce contiene concentrazioni molto più elevate di DHA ed EPA.  I requisiti EPA e DHA per i cani sono in gran parte sconosciuti, ma il Consiglio Nazionale delle Ricerche ha stabilito un limite di sicurezza superiore .

I dati suggeriscono che una dose da 20 a 55 mg combinato EPA e DHA per ogni chilo di peso corporeo è sicuro per i cani.
Assorbimento

I livelli di EPA e DHA in olio di pesce non significano molto se non vengono assorbiti dal corpo. Diversi studi indicano che la supplementazione di olio di pesce potrebbe non essere efficace come consumo di pesce. La ragione può essere che altri grassi presenti nel pesce sono necessari per assorbire l’EPA e DHA correttamente.

In uno studio confrontando gli effetti del pesce e olio di pesce, hanno scoperto che i livelli di DHA dopo 6 settimane di consumo di salmone sono stati nove volte superiore dopo l’uso dell’olio di pesce.

Gli autori hanno ipotizzato che la configurazione degli acidi grassi nel pesce intero è noto al corpo e quindi più facile da assorbire. Un altro studio conferma questo dimostrando che l’olio di pesce viene assorbito molto meglio in presenza di un pasto ricco di grassi. Essi hanno scoperto che il contenuto di acidi grassi omega-3 nei tessuti del corpo è aumentato drammaticamente quando l’olio di pesce è stato preso insieme a 12 g di olio di oliva.

L’effetto può essere grande come nove volte. Ciò significa che i nostri cani avrebbero bisogno nove volte meno DHA dal pesce per ottenere la stessa quantità di DHA da olio di pesce.

Tuttavia, dando le sue capsule di olio di pesce cane con un pasto ricco di grassi può migliorare notevolmente il loro assorbimento al punto in cui essi possono essere alla pari con tutto il pesce.

 

Ci sono tre forme di olio di pesce attualmente disponibili sul mercato:

 

Olio triglyercide naturale. Questo è quello che si ottiene quando si “spreme” il pesce intero e di estrae l’olio naturale da esso. E ‘più vicino a mangiare olio di pesce nella sua forma naturale, ed è altamente biodisponibile. Lo svantaggio di questa forma è che, non e’ concentrato, di solito ha bassi livelli di EPA e DHA. Esso non è purificato, può avere alti livelli di contaminanti quali metalli pesanti, PCB  e diossine.

Olio di etil estere. Si verifica quando l’olio di trigliceridi naturali è concentrato e distillato molecolarmente per rimuovere le impurità.  Il vantaggio di questa forma è che può raddoppiare o triplicare i livelli di EPA e DHA.

Olio di trigliceridi sintetici. Questa forma si verifica quando i trigliceridi naturali vengono convertiti in esteri etilici di concentrazione, ma poi ri-convertiti in trigliceridi sintetici.

Studi sull’assorbimento dei vari tipi di olio di pesce suggeriscono che, ovviamente, la forma trigliceride naturale viene assorbito meglio della forma etil estere, che a sua volta viene assorbito meglio rispetto alla forma di trigliceridi sintetici.
Gli oli etil esteri sono anche molto meno stabili e hanno maggiori probabilità di produrre sottoprodotti di ossidazione nocivi rispetto agli oli di trigliceridi naturali.

Purtroppo, la stragrande maggioranza degli oli di pesce sul mercato sono gli oli di esteri etilici.

 

Mettere un paio di ml del vostro olio di pesce in un bicchiere di polistirolo e metterlo su un piatto (potrebbe essere necessario questo). Lasciare la coppa per 10 minuti, quindi verificare la presenza di perdite. Grazie alla loro composizione chimica, etil esteri oli di pesce si mangia attraverso la coppa dopo 10 minuti. Oli di pesce trigliceridi naturali mostreranno solo perdite minori e solo dopo 2 o 3 ore in tazza.
La linea di fondo

Ingerire olio di pesce dipende da diversi fattori complessi.
In generale, se il vostro cane sta mangiando una dieta cruda e sana composta principalmente di animali nutriti con erba, privo di cereali e oli vegetali, poi il pasto occasionale di pesce potrebbe essere tutto ciò che ha bisogno.
Per i cani che mangiano una dieta trasformata a base di cereali, combinata di pesce e un olio di pesce di alta qualità può garantire ottimi benefici di pesce intero, più il supplemento EPA e DHA.
Se si decide di dare il vostro olio di pesce per il vostro cane, allora è importante che fate quanto segue:

 

Chiedete un certificato di analisi (COA) dal produttore prima di acquistare il loro prodotto.

Supplemento con vitamina E, preferibilmente da una fonte di cibo intero.

Assicuratevi che il vostro cane ottiene l’abbondanza di grassi sani per aumentare l’assorbimento di olio di pesce

Scegliere un olio di pesce di alta qualità sotto forma di trigliceridi naturali. Non solo questo è meglio assorbito, ma ci saranno meno danni ossidativi.

Considerare l’utilizzo di pesce intero fresco e olio di pesce per dare al vostro cane una gamma completa di grassi sani.

 

OLIO DI PESCE PER CANI

 

Acidi grassi Omega 3 sono i supplementi nutrizionali molto popolari per i cani. Essi sono pubblicizzati per aiutare con le condizioni della pelle, allergie, la funzione renale, linfoma, la malattia di cuore, la funzione cognitiva, l’artrite, e altro ancora. La ricerca è imprevedibile ma supporta il loro uso in alcuni casi. Come risultato, molti veterinari  e proprietari raccomandano di utilizzare acidi grassi omega 3 per trattare o prevenire la malattia. Ma sai cosa sono gli acidi grassi Omega 3? Sai come utilizzarli correttamente?

Gli acidi grassi sono molecole costituite da una catena di atomi di carbonio con un doppio ossigeno legato e un gruppo idrossile (un atomo di ossigeno e idrogeno) singolo legato ad una estremità. Acidi grassi Omega 3 sono “polinsaturi”, il che significa che hanno più doppi legami per tutta la loro catena di carbonio e il loro primo doppio legame si trova tra atomi di carbonio numero tre e quattro.

In primo luogo, tutti quei doppi legami rendono candidati acidi grassi omega 3 alquanto instabili e principali per ossidazione, che porta a irrancidimento. Inoltre, i cani non possono fare propri acidi grassi omega 3, perché sono fisiologicamente in grado di mettere un doppio legame tra atomi di carbonio 3 e 4. Questo è il motivo per cui i cani hanno bisogno alimentare per omega 3 acidi grassi come l’acido eicosapentaenoico (EPA) e acido docosaesaenoico ( DHA).

Oli vegetali, tra cui l’olio di semi di lino, olio di colza, olio di noci, olio di soia sono in grado di fornire ai cani un altro acido grasso omega 3 chiamato acido alfa-linolenico (ALA), che è un precursore di EPA e DHA. Tuttavia, i cani non sono molto bravi a trasformare ALA in entrambi EPA o DHA. Pertanto, è molto più efficiente fornire ai  cani  EPA e DHA direttamente. Buone fonti includono oli freddi di pesce d’acqua (ad esempio, olio di salmone) e alcuni tipi di olio algale.

Disponibili in commercio integratori di omega 3 acidi grassi possono avere molte diverse concentrazioni di EPA e DHA. Inoltre, la dose di acidi grassi omega 3 necessitano di trattare in modo ottimale varie condizioni di salute nei cani è in realtà non è noto con un certo grado di certezza. Numerosi studi sembrano indicare che circa 22-40 mg di EPA può avere effetti benefici, ma di tenere presente che gli integratori di olio di pesce possono contenere sia DHA ed EPA in modo che la dose totale di acidi grassi omega 3 è più alto. Acidi grassi omega 3 sono abbastanza sicuri, ma quando vengono somministrate le dosi estremamente grandi possono portare a disturbi gastrointestinali, problemi con il sistema di coagulazione del sangue, e disfunzioni immunitarie.

Al momento dell’acquisto di un omega 3 supplemento di acido grasso, scegliere uno fatto da un produttore rispettabile che fornisce le seguenti informazioni o sull’etichetta del prodotto o sul loro sito web:

  • Quanto supplemento di EPA e DHA contiene
  • Come si purificano i loro prodotti per rimuovere i contaminanti come il mercurio
  • Come è il prodotto conservato per evitare l’irrancidimento

Supplementi di acidi grassi omega 3 di alta qualità sembrano avere molteplici benefici per la salute. Chiedete al vostro veterinario se è la scelta giusta per il vostro cane.