Omega 3 Capelli

Capelli donna, come nutrirli al meglio con Omega 3

Prima di parlare di capelli e Omega-3 bisogna capire cosa sono questi tanto chiacchierati Omega 3, ossia degli acidi grassi polinsaturi a catena lunga. Essi si classificano in categorie diverse in base alla posizione del primo doppio legame lungo la catena dell’acido grasso.

Gli Omega 3 ad esempio possiedono il primo doppio legame in corrispondenza del terzo atomo di carbonio. Gli Omega 3, insieme agli Omega 6, vengono definiti essenziali perché non possono essere prodotti dall’organismo e vanno assunti per mezzo dell’alimentazione.

I principali acidi grassi Ω-3 sono l’acido α-linolenico, di origine vegetale, che si trova soprattutto nelle noci, negli oli di lino e canola e nelle verdure a foglia verde, e gli acidi grassi eicosapentaenoico (EPA) e docosaesaenoico (DHA) presenti in quantità elevate nei pesci che popolano i mari freddi e che producono effetti benefici sul cervello, cuore, occhi ecc.

Il DHA (acido docosaesaenoico) è importante per lo sviluppo cerebrale, per l’apparato riproduttivo e il tessuto retinico. Assumere adeguate dosi di DHA durante la gravidanza e l’allattamento è di vitale importanza per assicurare lo sviluppo del feto e la crescita sana del bambino. L’EPA (acido eicosapentaenoico) ha un’importante attività antiaggregante piastrinica.

Gli Omega 3 sono utili per combattere diverse patologie:

  • l’arteriosclerosi e le malattie cardiovascolari, essi aiutano a ridurre l’effetto trombogenico e a rallentare lo sviluppo della placca aterosclerotica
  • le malattie infiammatorie come ad esempio l’artrite reumatoide, il morbo di Crohn, la colite ulcerosa
  • la pelle, soprattutto in caso di psoriasi, dermatiti ecc.
  • il cervello ad esempio per il morbo di Alzheimer, la gravidanza e sviluppo neonatale, la depressione e disturbi comportamentali ecc.
  • il metabolismo osseo
  • I cibi che hanno un alto contenuto di Omega-3 sono sia di origine vegetale che animale, come ad esempio il pesce (acciughe, merluzzo, salmone atlantico, tonno, sgombro), gli oli di pesce, semi di lino, olio di lino, noci ecc. Per seguire una dieta equilibrata bisognerebbe consumare almeno 3 porzioni di salmone (o pesce azzurro) alla settimana.

L’American Heart Association consiglia, in caso vi sia un rischio cardiovascolare, l’assunzione di 1 grammo al giorno di EPA e DHA, mentre in Italia non vi sono indicazioni precise in merito.

Oggi in commercio esistono tipi diversi di integratori a base di olio di pesce contenenti EPA e DHA in concentrazioni variabili. Se non si assume un quantitativo sufficiente di acidi grassi attraverso la dieta, è bene ricorrere all’uso dei supplementi, in quanto la carenza di acidi grassi essenziali può provocare la comparsa di diversi problemi come ad esempio l’arresto della crescita, disturbi cutanei ecc.

Le cause della carenza sono appunto legate ad uno scarso apporto con l’alimentazione e un eccessivo consumo di acidi grassi saturi.

Nello specifico, una carenza di Omega 3 può provocare un aumento del rischio di malattie cardiovascolari, di malattie cronico-degenerative, autoimmunitarie e su base infiammatoria. Inoltre, una diminuzione o assenza di acidi grassi provoca una maggior produzione di acido arachidonico, che è una delle cause delle infiammazioni.

Alcuni studi inoltre hanno riscontrato nei bambini con ADHD (Disturbo da Deficit di attenzione o iperattività) una concentrazione minore di Omega 3.

Per quanto riguarda invece le possibili controindicazioni, si può affermare che attualmente non esistono controindicazioni per gli Omega 3 e per gli integratori omega 3 migliori, (al contrario degli Omega 6!) tuttavia è possibile incorrere in degli effetti indesiderati causati da un dosaggio eccessivo. Per questa ragione, si raccomanda di stare attenti specialmente chi assume farmaci anticoagulanti poiché potrebbero aumentarne gli effetti.

Capelli e Omega-3: un aiuto concreto contro la calvizie

I benefici apportati dagli Omega tre all’organismo sono molteplici come abbiamo visto, tuttavia esistono ricerche recenti che hanno collegato la carenza di Omega-3 col problema della perdita dei capelli.

In molti casi, le calvizie sono legate a fattori di tipo genetico, mentre in altri casi sono ricollegabili ad un’alimentazione sbagliata, la quale può incidere sull’aumento della caduta dei capelli.

Uno studio effettuato nel 2002, condotto dal dottor Pathomvanich su diverse popolazioni asiatiche, ha notato un aumento della calvizie attribuibile al loro nuovo regime alimentare simile a quello delle popolazioni occidentali, ricco di grassi saturi.

Allo stesso tempo, uno studio italiano, portato avanti dal professor Secreto, ha messo in evidenza come un’alimentazione basata sul minor uso di cibi con un alto tasso glicemico e di Omega 3 alimenti, abbia aiutato a migliorare sensibilmente i livelli di testosterone e in generale, delle globuline che legano gli ormoni sessuali.

Capelli e Omega-3: quali benefici apportano gli Omega-3 al capello e alla pelle?

Cura i tuoi capelli mangiando alimenti ricchi di Omega 3!

Gli acidi grassi Omega 3, contenuti in dosi maggiori nel pesce azzurro, nei semi di lino e di soia sono i precursori degli eicosanoidi, ossia agenti biologici ricollegabili a molte funzioni nell’organismo, come ad esempio quelle di aiutare la vasodilatazione, diminuire i trigliceridi e le infiammazioni. Gli eicosanoidi buoni derivati dagli Omega 3 stimolano il microcircolo, favorendo la sintesi delle proteine strutturali, tra cui la cheratina, un costituente principale del capello.

Una diminuzione dei livelli di Omega-3, unita ad una maggiore quantità all’interno dell’organismo di eicosanoidi cattivi attua un aumento della produzione di radicali liberi che provocano danni al follicolo pilifero, alterando la produzione di cheratina.

Gli Omega-3 formano le membrane cellulari, e danno vita al film acido idro lipidico su tutta la cute, compresa quella del cuoio capelluto, mantenendo in questo modo la pelle sempre idratata ed elastica.

Sono, in effetti, proprio i lipidi che aiutano la pelle a riprodursi e alle unghie e ai capelli di crescere forti e sani.

Per osservare gli effetti che gli Omega-3 hanno sul nostro corpo, si è partiti da uno studio sui rischi cardiovascolari della popolazione eschimese condotta da un gruppo di ricercatori.

Dallo studio è emerso che questa popolazione, che consuma grandi quantità di pesce azzurro soprattutto salmone, aveva un rischio di ammalarsi di malattie cardiovascolari pari a zero, e che trasferendosi poi in zone industrializzate e  abbandonando di conseguenza un’alimentazione ricca di Omega-3, il rischio di ammalarsi di cuore o di malattie della pelle, aumentava oltremodo.

Da qui deriva appunto la scoperta, che un’alimentazione ricca di acidi grassi Omega-3 non solo ha un effetto protettivo sul cuore, difendendolo da malattie cardiovascolari, ma soprattutto sono un grande aiuto per la salute e la bellezza di pelle e capelli.

Una delle caratteristiche principali degli Omega-3 è quella di aiutare la pelle a mantenere la giusta idratazione, evitando che essa si secchi causando malattie o noiose dermatiti, infatti prendere in modo costante acidi grassi essenziali, aiuterebbe a spiegare gli effetti benefici su delle malattie della pelle quali, ad esempio, la psoriasi.

La psoriasi, particolarmente fastidiosa, che causa la desquamazione della pelle, sarebbe di origine infiammatoria, e in base a studi recenti, trarrebbe beneficio da un’alimentazione equilibrata e ricca di Omega-3 derivati dall’olio di pesce.

Oltre che per la pelle, gli Omega-3 sono importantissimi per la salute dei capelli, infatti fanno si che essi crescano più sani e robusti: la fragilità e la secchezza dei capelli dipendono dalla carenza di acidi grassi quindi assumere alimenti ricchi di Omega-3 farà del bene non solo a noi come individui ma anche al nostro cuoio capelluto! 

Capelli e Omega-3: integratori

Quando con la sola alimentazione non si assume un quantitativo sufficiente di Omega-3 si devono prendere degli integratori che possono essere comprati in farmacia sotto forma di capsule o oli, tra i quali il più comune è l’olio di pesce.

Se vengono prese giornalmente le capsule, che sono inodore e insapore, danno una mano al funzionamento ottimale dell’organismo.

Una dieta con poche calorie, ricca di pesci quali merluzzo, sgombro, tonno, salmone, sardine, aringhe, soia e semi di lino ha numerosi effetti sul benessere generale dell’organismo e sul vigore dei capelli. Può capitare che si attraversino periodi di particolare stress che possono provocare un indebolimento dei capelli. Per rendere più forti i capelli, vi sono in commercio tanti integratori che sono utilissimi, poiché vanno ad agire sulla struttura del capello, ma anche a livello del bulbo, fortificandolo e quindi donando nuova vitalità e splendore ai capelli.

I grassi aiutano la crescita delle cellule dei capelli, chiamati cheratinociti, rendendoli più forti e idratati. Gli acidi grassi Omega-3 aiutano inoltre a combattere la secchezza della cute, perciò è di vitale importanza mangiare cibi che ne contengono buoni quantitativi.

Gli Omega-3 si possono trovare nei semi e nella frutta secca. Ad esempio, i semi di lino ne sono ricchissimi, e poi sono facilmente reperibili in erboristeria o nei negozi alimentari, e possono essere aggiunti alle carni, al pesce e all’insalata, o frullati e consumati insieme allo yogurt.

Il consumo di semi di lino è un toccasana per la bellezza e la lucentezza dei capelli, ma anche per la pelle e le unghie. Allo stesso tempo, risulta molto ricco di Omega-3  anche l’olio di lino.

La frutta secca contiene, altresì, molti Omega-3, soprattutto le noci e le mandorle. Infatti mangiare una manciata di frutta secca al mattino serve a coprire una parte del fabbisogno giornaliero e aiuta tantissimo i capelli a guadagnarne in bellezza.

Introdurre questi alimenti nell’alimentazione quotidiana è, inoltre, d’aiuto per la circolazione sanguigna, perché si sa che gli Omega-3 contrastano la pressione arteriosa alta e abbassano i livelli di colesterolo cattivo.

Chi vuole provare questo tipo d’integratori può trovare una vasta gamma di prodotti in vendita: dalle capsule contenenti Omega-3 liofilizzati fino ai preparati che li aggiungono alle vitamine specifiche. Questi acidi possono essere presi facilmente anche se si conduce una vita frenetica e si dispone di poco tempo per mangiare in modo sano. Gli integratori contenenti questi preziosi acidi non solo aiutano i capelli nel presente, ma offrono un grande aiuto nella salvaguardia dell’invecchiamento cellulare.

Gli Omega-3 si comportano come dei potenti antiossidanti e, quindi, sono ideali per chi vuole preservare la bellezza dei capelli nel corso del tempo, evitando la caduta precoce e l’indebolimento.

Capelli e Omega-3: gli oli

Durante l’estate, a causa dell’esposizione al sole e alla salsedine, i capelli vengono un po’ maltrattati.

Com’è possibile donare nutrimento e corpo ai capelli secchi? Si possono usare gli oli vegetali!

Tra gli oli più gettonati vi è quello di semi di lino che rappresenta un ottimo rimedio naturale per i capelli ed è utile per combattere le doppie punte.

Le sue proprietà ristrutturanti sono legate al suo contenuto di acidi grassi che aiutano a mantenere l’idratazione, l’elasticità e la resistenza dei capelli.

L’olio di lino, così come altri oli vegetali, può quindi essere di aiuto alla salute e bellezza del corpo umano.

Vi è però una condizione, dev’essere naturale al 100%, quindi le sue proprietà non devono essere alterate da metodi di estrazione e di lavorazione aggressivi, che lo privano dei principi attivi (acidi grassi essenziali e vitamina E), ossia solo una sostanza grassa, senza nessun effetto curativo. Ecco perché bisogna acquistare un olio di buona fattura.

Le caratteristiche che deve avere un buon olio sono tre:

1. Deve essere extravergine, cioè ottenuto con procedimenti meccanici, senza l’uso di additivi chimici

2. Essere ottenuto per spremitura a freddo

3. Essere biologico.

 

Se ti è piaciuto l’articolo Capelli e Omega 3 magari t’interessa anche Omega 3 e coenzima Q10. Dagli un’occhiata 😉

gli integratori (se di buona qualità) sono il modo migliore per assumere omega 3 in quantità ottimali. Quali consigliamo ? Integratori liberi da metalli pesanti e con percentuale di trigliceridi più alta possibile.

 

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica; si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un medicinale è necessario contattare il proprio medico.

Copyright © 2017-2018 Vedova Corporation, Lewes, DE, USA - Tutti i diritti riservati - disclaimer | termini e condizioni | privacy policy & cookies