Il Coenzima Q10 è una molecola organica presente in tutte le cellule, soprattutto nelle membrane cellulari e nei mitocondri, e svolgono la funzione di produrre energia. Oltre a questo, Il Coenzima Q10 ha anche un ruolo nella formazione di ATP, l’adenosina trifosfato, quella molecola prodotta dalle nostre cellule che immagazzina tutta l’energia che verrà utilizzata, in seguito, per le più importanti funzioni metaboliche.

Gli Omega 3, invece, sono acidi grassi definiti come “essenziali”: il corpo non può produrli da sé, a differenza del Coenzima Q10, quindi dobbiamo procurarceli da soli inserendoli nella nostra dieta oppure tramite integratori. Gli Omega 3 , specie EPA e DHA, hanno notevoli capacità benefiche per il corpo, in primis grazie alla loro funzione antinfiammatoria che, agendo, può attenuare ed anche ridurre numerose malattie e patologie la cui radice è, appunto, l’infiammazione.

Coenzima Q10 e Omega 3 sono nutrienti che hanno delle potenzialità benefiche per il nostro corpo, e si trovano in commercio svariati prodotti che uniscono proprio Coenzima Q10 e Omega 3, perché considerati partner ideali per una dieta sana e variegata.

Ma facciamo un passo indietro per capire meglio cos’è il Coenzima Q10.

Coenzima Q10: cos’è? A cosa serve?

Il Coenzima Q10 serve per trasmettere energia a tutto il corpo

Tablet with the chemical formula of Q10

Il Coenzima Q10 (che ha come sigla CoQ10) si trova nei mitocondri, che sono un po’ da considerarsi le centrali energetiche delle nostre cellule, di ogni tessuto e in particolare, in percentuali maggiori, nel tessuto cardiaco e serve per trasmettere energia a tutto il corpo.

Coenzima Q10: dove si trova negli alimenti?

Gli spinaci sono cibi ricchi di Omega 3

Il Coenzima Q10 è una vitamina presente in ogni cellula del nostro corpo, in particolare nel cuore e nel fegato, ed è sintetizzato dal nostro organismo ma deriva anche dall’alimentazione, in quanto è presente in cibi come carne, pesce grasso, frutta in guscio e spinaci. Ma non solo: lo troviamo anche in uova, crusca, riso, germe di grano, arachidi.

L’assorbimento di Coenzima Q10 avviene tramite digestione, che è spesso lenta, quindi spesso occorre considerare di ricorrere all’integrazione, proprio per avere tutto ciò che ci serve nei tempi in cui ci serve, cosa non da poco.

A chi decide di scegliere la strada dell’integrazione si può consigliare il pratico Coenzima Q10 liquido, tranquillamente bevibile, che verrà poi condotto subito dentro l’organismo senza passare per processi digestivi e gastrici che ne rallenterebbero, e anche limiterebbero, l’assorbimento.

Coenzima Q10: cosa aiuta a curare?

Omega 3 per il benessere delle arterie e contro il colesterolo cattivo

Coenzima Q10 e malattie cardiovascolari

È stato riscontrato che chi ha carenza di Coenzima Q10 ha solitamente anche dei problemi cardiovascolari.

Il Coenzima Q10 è spesso utilizzato in soggetti con patologie cardiovascolari, dato che ha effetti proficui sul ripristino della fisiologica funzionalità del cuore. La scarsa ossigenazione che arriva al muscolo cardiaco, quando si hanno disturbi cardiovascolari, crea dei danni al cuore che il Coenzima Q10, con il suo apporto energetico a livello cellulare, aiuta a migliorare, finendo per rinforzare lo stesso.

Coenzima Q10  e colesterolo

Fra i ruoli del Coenzima Q10, è stato studiato che esso sia una buona risorsa nel tenere sotto controllo i livelli di colesterolo. Pare che l’azione antiossidante del Coenzima Q10 agisca sul cattivo colesterolo (LDL) e, agendo, salva il corpo da una potenziale catena di processi infiammatori, a partire dai vasi sanguigni, che si genererebbero per colpa del cattivo colesterolo non tenuto a bada, che invece il Coenzima Q10 aiuta a risolvere.

Inoltre, il Coenzima Q10 gioca un ruolo chiave nella protezione dagli effetti collaterali che colpiscono i soggetti che si curano con farmaci per abbassare il colesterolo nel sangue.

Coenzima Q10 e statine

Parlando proprio i farmaci per abbassare il colesterolo, parliamo appunto di loro: le statine.

Secondo molti studi, però, l’assunzione di statine diminuisce la capacità del Coenzima Q10 nel nostro corpo. Se le statine abbassano la produzione di Coenzima Q10, dobbiamo necessariamente spingerci a reintegrare lo stesso con alimenti che lo contengono o con integratori di alta qualità (il cui dosaggio ideale sarebbe 100 mg. al giorno, di cui 50 mg. mattina e sera durante i pasti), così da poter giovare davvero del potere benefico del Coenzima Q10 sul colesterolo.

Se reintegrato correttamente, il Coenzima Q10 aiuta a contrastare i possibili e sgradevoli effetti collaterali causati dalle statine, quali: dolori muscolari, ridotta tolleranza muscolare allo sforzo, crampi e simili.

Coenzima Q10 e pressione alta

Il Coenzima Q10 aiuta la pressione del sangue

Molte ricerche di settore hanno evidenziato che il Coenzima Q10 può essere d’aiuto a chi soffre di pressione alta, come rimedio naturale.

Chi soffre di pressione alta ha una minor concentrazione di Coenzima Q10 nel proprio corpo, e l’assunzione di questa sostanza, o questi integratori, può riportare la pressione ad un livello normale o molto più accettabile.

Il Coenzima Q10 è stato anche spesso prescritto in causa di soggetti appena ripresi da un infarto, per far riprendere loro le forze e farli recuperare dal trauma subito.

Coenzima Q10 e diabete

Anche chi è affetto da diabete può trarre benefici dall’assunzione di Coenzima Q10.

Il Coenzima Q10 consente di regolare la sensibilità all’insulina, che per chi è affetto da diabete rappresenta il più grande problema.

Chi soffre di diabete è anche ad alto rischio di contrarre malattie cardiovascolari e, siccome tra le funzioni più importanti e principali del Coenzima Q10 c’è proprio quella di protezione verso il cuore e di invio di energia, è facile capire che una sua assunzione, nelle dosi indicate dal medico, può sicuramente sortire effetti positivi, arrivando a regolare la pressione sanguigna.

Coenzima Q10 e cosmesi: ottimo anti-rughe!

Omega 3 per combattere l'acne

Il Coenzima Q10, inoltre, è anche un forte antiossidante, che protegge le strutture cellulari dall’azione dei radicali liberi.

Grazie alle sue proprietà antiossidanti, il Coenzima Q10 viene spesso usato nella cosmesi come sostanza aggiuntiva in prodotti anti-aging, per contrastare il processo d’invecchiamento e del declino, dovuto all’avanzare dell’età e a tutto ciò che esso comporta, come il danneggiamento della cute.

Inoltre, ad alte dosi, il Coenzima Q10 agisce bene in alcune malattie degenerative, ad esempio sugli stadi iniziali del Morbo di Parkinson.

Coenzima Q10 e paternità

paterntià

Diventare genitori non è un desiderio solo femminile ma, ovviamente, anche maschile. Ma come la donna, anche l’uomo dovrà prendere degli accorgimenti sul suo stile di vita ai fini di una miglior salute dell’eventuale nascituro.

Se un uomo ha il desiderio di diventare padre, anche lui dovrà adattarsi, come dicevamo, ad uno stile di vita controllato e sano, perché ciò favorirà al meglio la qualità dei propri spermatozoi.

Al giorno d’oggi, è stato ampiamente dimostrato che con un’alimentazione non equilibrata, ricca di grassi animali, che favorisce fumo e alcol tanto quanto sedentarietà e sovrappeso (in gravi casi anche obesità), l’uomo tende ad avere problemi di fertilità quindi una riduzione nella produzione di spermatozoi, ed anche sulla loro qualità.

Lo studio in questione, quello che ha evidenziato questa scoperta, arriva dalla prestigiosa Harvard Medical School di Boston e del Massachusetts General Hospital, che doveva occuparsi di valutare il legame esistente tra i grassi introdotti con l’alimentazione e i parametri che indicano qualità e quantità dello sperma.

Coenzima Q10: quando assumerlo e dosi indicate

Integratore

Il Coenzima Q10 viene prescritto solitamente in dosaggi che vanno dai 30 ed i 100 mg giornalieri, anche se capita di poter arrivare sino a quantitativi ben superiori, che si aggiorano sui 300 mg al dì. Dato che il Coenzima Q10 è una sostanza che sfrutta la sua liposolubilità per trasportare elettroni nella membrana interna dei mitocondri e così rilasciare energia, esso viene assorbito in maniera più efficace se assimilato assieme ad un pasto ricco di grassi!

Per quanto riguarda il Coenzima Q10 e i bambini, non vi sono abbastanza informazioni scientifiche per raccomandare l’uso sicuro del nutriente, quindi preferiamo rimandarvi al vostro medico di fiducia per quanto concerne questo preciso aspetto.

Combinazione Coenzima Q10 e Omega 3: doppia azione benefica!

Gli acidi grassi essenziali Omega 3 agiscono principalmente in funzione del cuore, come potenti antinfiammatori, salvaguardano anche la retina e le funzioni cerebrali e sono ottimi aiuti per chi soffre di colesterolo, trigliceridi e pressione del sangue.

Il Coenzima Q10, come ampiamente spiegato, è una sostanza con azione antiossidante, che funziona anch’essa ottimamente in casi di malattie cardiovascolari, aiuta la vista e il cervello, tiene a bada gli effetti collaterali del colesterolo e produce energia per contrastare il declino del nostro corpo, anche da un punto di vista estetico, visto che è spesso usato anche in cosmesi per ringiovanire l’aspetto della cute.

La loro sinergia crea una doppia azione benefica nella protezione di cuore, retina, colesterolo ed aspetto della pelle, sia antiossidante che antinfiammatoria e un integratore che comprende entrambe le sostanze nutrienti è sicuramente consigliato. Un integratore che combini Coenzima Q10 e Omega 3 sfrutta al meglio, in un solo colpo, tutte le proprietà curative che essi possono avere, alcune in comune ed altre differenti, in un perfetto mix salutare.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica; si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un medicinale è necessario contattare il proprio medico.

Summary
Review Date
Reviewed Item
omega 3
Author Rating
51star1star1star1star1star
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi