DHA e gli effetti antinfiammatori

Si sono poi studiati gli effetti del DHA da solo, piuttosto che DHA + EPA. Poiché 4 dei 5 studi precedenti utilizzavano DHA + EPA, non era chiaro se una o entrambe le specie di n-3 hanno contribuito agli effetti osservati.

Il presente studio ha mostrato i vantaggi del solo DHA, che sostiene i risultati dell’unico altro studio che ha utilizzato solo DHA (anche se negli uomini) (DiLorenzo  2014). Anche se l’EPA è spesso considerata la specie più anti-infiammatoria di n-3, alcune prove indicano che DHA ha più potenti effetti antiinfiammatori rispetto all’EPA (Weldon 2007).

Inoltre, attraverso le sue azioni sul tessuto nervoso, DHA ha anche effetti antinocicettivi (Nakamoto2011) che potrebbero essere responsabili dell’attenuazione in DOMS osservata. Pertanto, gli studi sugli effetti del DHA da solo sono importanti. La supplementazione n-3 è vantaggiosa per l’abbattimento di DOMS dopo un esercizio fisico intenso.

Le principali fonti dietetiche di DHA e EPA nella dieta occidentale sono il pesce e l’olio di pesce e quindi la maggior parte degli studi seminali sui benefici per la salute del consumo di n-3 si sono concentrati sull’analisi di pesce e / o consumo di olio di pesce. Una preoccupazione per i supplementi di pesce e del pesce è la contaminazione con tossine, come gli inquinanti organici (ad esempio, polifenoli bifenili, PCB) (Schecter 2010) e il mercurio (Myers 2007; Nielsen 2014) che hanno implicazioni sulla salute.

Sebbene molti dei tipi di pesci più diffusi negli Stati Uniti (gamberi, tonno di luce in scatola, salmone, pollo e pesce gatto) hanno bassi livelli di contaminazione, alcune specie (ad es. Sgombri reali, bassisti / snapper dorati, pesce spada, squalo e Tonno albacore bianco) e alcuni pesci catturati a livello locale presentano livelli di mercurio che destano preoccupazioni (Dipartimento di salute e servizi umani degli Stati Uniti e Agenzia americana per la protezione dell’ambiente, 2004).

I migliori integratori Omega 3 devono avere un'alta percentuale di EPA e DHA

Inoltre, sebbene molti integratori di olio di pesce omega-3 siano stati purificati per eliminare alcune tossine, i processi di purificazione non sono pienamente efficaci per le tossine lipidiche, quali le diossine ei PCB (Fernandes 2006; Hoh 2009). Al contrario, il DHA utilizzato nel presente studio è stato estratto da alghe che sono state coltivate in ambiente di laboratorio controllato senza esposizione agli inquinanti industriali che contaminano i pesci.

Quindi, il DHA derivato dalle alghe non ha livelli rilevabili degli inquinanti (Doughman 2007) e può conseguentemente avere un rischio minore.

Sebbene la supplementazione del DHA omega 3 abbia effetti benefici sul ritardo del dolore muscolaree della gamma attiva di movimento, molti altri marcatori di infiammazione muscolare non sono riusciti a mostrare vantaggio. In entrambi i gruppi, la circonferenza del braccio aumenta di ~ 2% dopo l’esercizio eccentrico, suggerendo che era presente gonfiore / edema; tuttavia, DHA non ha attenuato questa risposta.

Inoltre, l’estensione del gomito passivo è diminuita del ~ 7% e non è stata influenzata dall’aggiunta di DHA. In un certo senso, la mancanza di effetto sull’angolo di prolungamento del gomito passivo è sorprendente, poiché l’aggiunta di DHA ha aumentato il numero di soggetti che potrebbero ottenere una estensione completa del gomito attivo.

Tuttavia, è possibile che l’estensione del gomito attivo sia limitata dal dolore, che il DHA ha ridotto. Al contrario, l’estensione passiva non ha causato dolore e può essere stato più dipendente da altri fattori, come gonfiore e edema, che non sono stati influenzati dalla supplementazione del DHA.

Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi