Il tipo di dieta consumato dagli individui è stato associato allo sviluppo di alcune malattie croniche, tra cui la malattia cardiovascolare, il cancro, il diabete e altri. Le popolazioni che consumano diete ricche di frutta e verdura e bevono vino in moderazione, come il Mediterraneo, hanno un’aspettativa di vita più alta e malattie croniche meno di altre popolazioni occidentali.

Abbiamo effettuato uno studio di intervento nell’uomo per valutare l’effetto di una dieta mediterranea, una dieta occidentale e la loro integrazione con il vino rosso, sui parametri biochimici, fisiologici e clinici correlati all’aterosclerosi e ad altre malattie croniche.

Per 3 mesi, due gruppi di 21 volontari maschi, ricevevano ciascuno pasti della dieta mediterranea o della dieta occidentale. Durante il secondo mese, sono stati aggiunti 240 ml di vino rosso isocalorico al giorno.
Alla scadenza dei giorni 0, 30, 60 e 90 sono state effettuate valutazioni cliniche, fisiologiche e biochimiche.

In questo articolo riportiamo i risultati ottenuti nel profilo di acidi grassi plasmatici che comprendono acidi grassi saturi (SFA), acidi grassi monoinsaturi (MUFA), acidi grassi polinsaturi (PUFA), omega-6 acidi grassi omega-3 e omega -6 / omega-3. Altri risultati sono stati pubblicati in precedenza.

Le percentuali di acido grasso del plasma riscontrato negli appartenenti al gruppo che ha seguito la dieta occidentale, rispetto agli appartenenti al gruppo che ha seguito la dieta mediterranea, non hanno mostrato differenze per quanto riguarda gli acidi grassi plasmatici, ma il gruppo della dieta occidentale, ha mostrato livelli più bassi di acidi grassi omega-3 e di omega-3 e livelli più alti di PUFA e omega-6 acidi grassi, Con un rapporto omega-6 / omega-3 superiore rispetto al gruppo appartenente alla dieta mediterranea.

Effetti degli acidi grassi saturi, monoinsaturi e Omega 3 sulla pressione sanguigna in soggetti sani


La quantità e la qualità dei grassi consumati nella dieta influenzano il rischio di malattie cardiovascolari. Anche se l’effetto della dieta sui lipidi e sulle lipoproteine ​plasma è ben documentato, esistono meno informazioni sul ruolo dei grassi sulla pressione sanguigna (BP).

L’obiettivo era valutare gli effetti di diversi tipi di grassi alimentari sulla pressione sanguigna in soggetti sani. 162 soggetti sani sono stati assegnati casualmente a 2 gruppi per seguire per 3 mesi una delle due diete isoenergetiche da prendere in esame: la prima ricca di acidi grassi monoinsaturi (dieta MUFA) e l’altra ricca di acidi grassi saturi (dieta SFA).

Ogni gruppo è stato ulteriormente randomizzato a ricevere come supplemento 3,6 grammi di l’olio di pesce ricco di acidi grassi omega 3, dai famosi benefici, o placebo. La Pressione sistolica e la pressione diastolica sono diminuite con la dieta MUFA  ma non sono cambiati con la dieta SFA. La dieta MUFA ha causato un valore di pressione diastolica significativamente inferiore rispetto alla dieta SFA. È interessante notare che gli effetti favorevoli di MUFA sui valori della pressione sanguigna diastolica sono scomparsi con un assorbimento totale di grassi superiore.

L’aggiunta di acidi grassi omega 3 non ha influenzato né i valori di pressione sistolica né i valori di pressione diastolica.

Conclusioni

Cambiando le proporzioni del grasso alimentare diminuendo l’assunzione di acidi grassi saturi e aumentando gli acidi grassi monoinsaturi ha causato la diminuzione della pressione sanguigna diastolica.  È interessante notare che l’effetto benefico sulla pressione sanguigna indotto dalla qualità del grasso è stato negato dal consumo di un’elevata quantità di grasso totale.

L’aggiunta di acidi grassi omega 3 alla dieta non aveva alcun effetto significativo sulla pressione sanguigna.

Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi