Omega 3 Laringite

Laringite

Photo credit: http://www.amando.it/salute/benessere/laringite-sintomi-cause-e-rimedi/sintomi-tipici-della-laringite-p2.html

La laringite è l’infiammazione della laringe e delle corde vocali in essa contenute.

Laringite: sintomi

I sintomi della laringite acuta compaiono improvvisamente e peggiorano velocemente, in due o tre giorni, mentre quelli della laringite cronica sono più graduali e peggiorano lentamente, in diverse settimane o mesi.

I sintomi più comuni della laringite sono:

  • Raucedine
  • Perdita della voce o difficoltà a parlare
  • Mal di gola
  • Gola secca
  • Tosse secca e irritante
  • Continuo bisogno di schiarire la gola
  • Sensazione di prurito alla gola
  • Leggera alterazione della temperatura corporea
  • Difficoltà respiratorie.

Quando la laringite è causata da virus, è caratterizzata da altri disturbi come: mal di testa, naso che cola, senso di stanchezza, dolore articolare generalizzato e linfonodi del collo ingrossati.

Laringite cronica

La laringite cronica è uno stato infiammatorio persistente di tutta la mucosa laringea, molto evidente nelle corde vocali. In seguito a vari stimoli irritativi, come il fumo, le corde vocali si ispessiscono ed subiscono una modificazione strutturale del rivestimento mucoso.

Spesso capita che la patologia non venga diagnosticata per tempo, il che causa difficoltà nelle cure ed un pericolo per le corde vocali, che appaiono gonfie, ispessite e rossastre. La laringite cronica, se non trattata come si deve, può evolvere in un tumore maligno delle corde vocali.

Nei casi che non presentano miglioramento evidente con la terapia medica, si propone un trattamento microchirurgico: lo stripping (dall’inglese “strip” , ossia “spogliare”). Esso si esegue in anestesia totale, e prevede l’asportazione del rivestimento malato (denudando la corda vocale).

Lo stripping permette di esaminare la lesione e classificarla dal I al III grado e, quindi, di conoscerne la potenziale pericolosità relativamente allo sviluppo di un tumore maligno della corda vocale.

Laringite acuta

Si tratta di un’infiammazione della laringe, i cui sintomi non durano per più di 3 settimane.

Le cause della laringite acuta sono diverse:

  • infiammazione secondaria a infezione microbica virale o batterica
  • infezioni da miceti (funghi) in pazienti immunocompromessi
  • prolungata esposizione alle basse temperature o in ambienti con aria condizionata eccessivamente refrigerata e deumidificata
  • inquinamento dell’aria (smog delle città)
  • infiammazione dovuto all’eccesso di stimolo della laringe, ricorrente, ad esempio, nei cantanti, insegnanti, persone che usano la voce per motivi professionali per un prolungato periodo di tempo nella giornata
  • abuso di fumo e alcool che irritano le corde vocali

Per quanto riguarda, invece, i sintomi della laringite acuta ricordiamo:

  • fastidio e dolore alla gola,
  • febbre non elevata
  • malessere generale e stanchezza
  • raucedine o afonia
  • tosse secca che dopo qualche giorno diventa produttiva con catarro
  • possibile ingrossamento dei linfonodi del collo

La laringite acuta di solito migliora nell’arco di qualche giorno. Si consiglia comunque di:

  • evitare il fumo e i luoghi dove si fuma
  • Fare inalazioni caldo-umide
  • Usare l’umidificatore nell’ambiente di casa
  • Evitare di parlare molto, per non infiammare ulteriormente la laringe
  • assumere molti liquidi per bocca
  • Usare antinfiammatori per il dolore

Laringite nei bambini

La laringite acuta (o ipoglottica) o croup, è un’infezione molto frequente nei bambini (sotto i tre anni) causata da virus influenzali che si manifesta soprattutto in inverno.

È una tosse che i medici definiscono “abbaiante”, associata ad un’improvvisa difficoltà respiratoria, che insorge durante la notte (il bambino, che era andato a dormire tranquillo, si sveglia all’improvviso con una sensazione di soffocamento e di difficoltà a respirare che si manifesta con una caratteristica tosse “abbaiante”). Spesso manca la voce (afonia) e il bimbo ha difficoltà a piangere. In molti casi, si manifesta anche una lieve febbre.

Quando si presenta tale situazione, che solitamente spaventa molto sia bambini che genitori, è bene portare il bambino al pronto soccorso, dove gli somministreranno cortisonici.

Come mossa preventiva, è buona norma umidificare l’ambiente in cui il bambino vive, in quanto l’aria troppo secca alimenta questo tipo d’infiammazioni.

Laringite: rimedi naturali

Sono molti i rimedi naturali consigliati:

  • gargarismi con acqua salata: Il sale è un efficace antibatterico, che elimina tutti i germi in gola e cura il dolore.
  • gargarismi con acqua e aceto (antibatterico)
  • Collutorio ( antibatterico)
  • Tè allo zenzero per alleviare il dolore
  • L’aglio con proprietà antimicrobiche
  • Riposare la voce

Laringite da reflusso

La malattia da reflusso gastroesofageo si verifica quando il contenuto acido dello stomaco risale in esofago, a causa di un problema allo sfintere esofageo inferiore (si apre per far entrare il cibo nello stomaco e si chiude per evitare che l’acido fuoriesca e ritorni all’esofago).

Il reflusso di succhi gastrici acidi provoca lesioni e sintomi, non solo a livello dell’esofago, ma anche dei distretti otorinolaringoiatrico e pneumologico.

L’acido gastrico può irritare il rivestimento della laringe e della gola. Per alleviare i sintomi della malattia da reflusso gastrico bisogna:

  • perdere peso (in caso serva!)
  • smettere di fumare
  • fare piccoli pasti ma più frequenti (pranzo e cena più leggeri e piccoli spuntini nella giornata)
  • dormire con più cuscini per tenere il busto più sollevato
  • svolgere un regolare esercizio fisico 2-3 volte a settimana, per almeno 20/30 minuti

Per quanto riguarda, invece, i farmaci consigliati in caso di reflusso, vi sono gli antiacidi, che neutralizzano gli effetti dell’acido sullo stomaco.

Omega 3 laringite

Capsule di integratori di omega3

La laringite, come abbiamo visto, è un’infiammazione a carico della laringe e può essere anche curata con l’assunzione di Omega-3, nutrienti importantissimi per la nostra salute dal noto effetto antinfiammatorio!

Gli Omega 3 sono acidi grassi ‘buoni’ che possiedono tanti altri benefici oltre a quello antinfiammatorio locale: la loro azione, infatti, si irradia a livello: cardiovascolare, osseo, polmonare, alla pelle, capelli ed unghie quindi si rivelano assolutamente fondamentali per la nostra salute.

L’alimento più ricco al mondo di Omega 3 EPA e DHA (acido eicosapentaenoico ed acido docosaesaenoico – i più importanti nutrienti con tutte le qualità antinfiammatorie che servono al benessere del nostro organismo) è il pesce azzurro (come il salmone), che si consiglia di consumare almeno 2-3 volte a settimana.

In caso il pesce non sia di vostro gradimento, o non abbiate occasione di cucinarlo spesso, si può ricorrere agli integratori Omega 3, probabilmente ancora più utili in quanto già perfettamente in dose per il nostro fabbisogno quotidiano, e sono ampiamente disponibili in commercio tra internet, farmacia, supermercati, erboristerie ecc. Per scegliere al meglio e capire quale integratori acquistare, qualora foste interessati a farlo, cliccate qui!

Per ulteriori informazioni chiedete al vostro medico.

Copyright © 2017-2018 Vedova Corporation, Lewes, DE, USA - Tutti i diritti riservati - disclaimer | termini e condizioni | privacy policy & cookies