Omega 3 integratori in capsule

Gli acidi grassi Omega-3, dai tantissimi benefici, sono essenziali nella dieta umana, in quanto non esiste alcun meccanismo nell’uomo per la produzione di questi grassi da altre sostanze. Gli acidi grassi Omega-3 servono come precursori di prostaglandine, che sono sostanze potenti di ormoni che riducono l’infiammazione e migliorano il flusso sanguigno (Calder, 2006). Ad esempio, la prostaglandina E3, prodotta da acidi grassi omega-3 alimentari, riduce il gonfiore, riduce la sensibilità al dolore e riduce l’assunzione di globuli bianchi infiammatori (Maroon e Bost, 2006a).

Inoltre, quando gli esseri umani ingeriscono gli acidi grassi omega-3, l’acido eicosapentaenoico (EPA) e l’acido docosaesaenoico (DHA), vi è una diminuzione della produzione di trombossano A2, un potente aggregatore piastrinico e vasocostrittore e formazione di leucotriene B4 Induttore di infiammazione (Weber et al., 1986).

Alla luce del ben noto coinvolgimento dell’omega-3 nella biologia dell’infiammazione, non sorprende che più di 7.000 studi scientifici, inclusi 900 studi clinici umani, hanno fornito prove che supportano l’efficacia dell’olio di pesce e degli acidi grassi omega-3 Nella prevenzione e nel trattamento delle condizioni infiammatorie (Maroon e Bost, 2006a).

Per esempio, l’integrazione di omega-3 è stata trovata efficace nel trattamento dell’artrite reumatoide (Cleland et al., 2003; Kremer et al., 1990; Lau et al., 1993; Volker et al., 2000; osteoartrite (Curtis et al (Bittiner et al., 1988; Kojima et al., 2002), la psoriasi (Bittiner et al., 1988), la malattia di Crohn, la colite ulcerosa (Kim, 1996, Ross, 1993, Salomon et al. Al., 1989). Nonostante la vasta letteratura sull’effetto dell’aggiunta di omega-3 sulle malattie infiammatorie, nessun studio ha valutato gli effetti degli integratori omega-3 e 6 sulle risposte infiammatorie per esercitare. Le implicazioni potenziali di ridurre l’infiammazione post-esercizio sarebbero ridotti dolore e tempi di recupero più rapidi da esercizi intensivi.

Lo scopo del presente studio era quello di determinare se una settimana di supplementazione di omega-3 riduce i marcatori clinici di infiammazione localizzata misurata 48 ore dopo l’esercizio eccentrico di arricciamento del braccio. Poiché l’infiammazione localizzata è caratterizzata da dolore, gonfiore e aumento della temperatura, abbiamo ipotizzato che l’integrazione omega-3 attenua gli aumenti di soggettività soggettiva di dolore muscolare, circonferenza del braccio e volume (come indici di gonfiore) e temperatura cutanea.

Studio

Ricerche di laboratorio

Questo studio è stato un processo di intervento di misure ripetute in cui i soggetti sono stati valutati per risposte infiammatorie all’esercizio eccentrico in due occasioni: una volta dopo 14 giorni su una dieta a basso contenuto di omega-3 acido (prova di controllo) e ancora dopo sette giorni di grassi omega-3 Supplementazione di acido (omega-3 trial). I partecipanti hanno riportato al laboratorio in 5 occasioni.

Durante la prima visita, è stato condotto un test di resistenza muscolare per determinare il peso massimo di 1 ripetizione (1RM) per entrambe le braccia. Il dietista di studio ha fornito istruzioni dietetiche relative a una dieta ridotta di omega-3 e i partecipanti hanno immediatamente iniziato la dieta e hanno continuato durante il loro coinvolgimento nello studio.

Durante la prova di controllo, che è stata condotta dopo 14 giorni sulla dieta limitata di omega-3, i partecipanti sono stati sottoposti a valutazioni basali di segni di infiammazione, eseguiti unilaterali bicipiti eccentrici riccioli per indurre l’infiammazione, e restituiti per misure di follow-up di segni infiammatori 48 h dopo esercizio eccentrico.

Durante la prova omega-3, che è stata condotta dopo 7 giorni di supplementazione di omega-3, i partecipanti sono stati sottoposti a valutazioni di base dei segni di infiammazione, eseguiti ricci di bicipiti eccentrici usando il braccio controlaterale e restituiti per misure di follow-up 48 h dopo l’esercizio eccentrico.

L’abbinamento delle condizioni di trattamento (controllo contro omega-3) con dominanza del braccio (braccio dominante rispetto al braccio non dominante) è stato compensato, in modo che la metà dei partecipanti subì la prova di controllo usando il loro braccio dominante seguito dal processo di omega-3 Con il braccio non dominante. La restante metà dei partecipanti ha utilizzato il braccio non dominante per il processo di controllo e il braccio dominante per il processo di omega-3.

Soggetti

Undici uomini sani, dai 18 ai 60 anni (n = 3) e donne (n = 8) sono stati reclutati dall’area metropolitana di Saint Louis, Missouri.

I candidati per lo studio sono stati esclusi se avessero allergie al pesce o all’olio di pesce, o una storia autografata di diabete, malattie cardiovascolari, malattie polmonari significative, ipertensione, malignità, problemi muscolo-scheletrici o disturbi della coagulazione. Inoltre, i candidati sono stati esclusi se attualmente assumono antinfiammatori non steroidei, aspirina o anticoagulanti.

Tutti i partecipanti hanno dato il loro consenso scritto e consensuale per partecipare allo studio, approvato dal consiglio di revisione istituzionale presso l’Università di Saint Louis.

Procedura di Controllo

Dietario ed Esercizio

Diario della dieta

Per minimizzare la possibilità di dieta e di esercizi, se i comportamenti confondono i risultati, i partecipanti sono stati istruiti per mantenere un diario alimentare di 2 d e giornale di esercizio durante la prova di controllo e di utilizzare queste informazioni per replicare la loro dieta e l’esercizio durante la successiva prova omega-3.

Inoltre, i partecipanti sono stati istruiti a non afferrare le braccia per superare la dolorità indotta dall’esercitazione eccentrica.

Valutazione della forza

La resistenza muscolare (1RM) per i bicipiti riccioli del bicipite è stata stimata individualmente utilizzando il 1RM Berger Prediction table (Berger , 1961). Prima della valutazione di forza su ciascun braccio, il soggetto è stato permesso di esercitare l’esercizio di arricciamento del braccio per 3-5 ripetizioni con un leggero manubrio di 2,3 kg.

Quindi, il soggetto ha selezionato un peso del manubrio per almeno una ripetizione, ma non più di 15 ripetizioni prima di raggiungere la fatica. Il soggetto ha quindi eseguito il maggior numero possibile di ripetizioni complete. Il numero di ripetizioni e il peso sono stati utilizzati per prevedere 1RM sulla base della tabella di previsione di Berger (Berger, 1961).

Esercizio esentrico

L’obiettivo dell’intervento di esercizio era quello di indurre l’infiammazione e la dolorabilità del bicipite fino a un grado in cui si poteva misurare il cambiamento di 48 ore Post esercizio. L’esercizio eccentrico, specialmente per i flessori del gomito, è un mezzo sicuro e comunemente usato per indurre in modo sperimentale l’infiammazione muscolare (Friden e Lieber, 1992, Hirose et al., 2004, Nosaka e Clarkson, 1996, Trappe et al., 2001).

Utilizzando il 120% del 1RM del soggetto, due gruppi di riccioli eccentrici di bicipiti sono stati eseguiti su una panchina del predicatore, con 60 secondi di riposo tra i set. Durante ogni ripetizione, il tecnico ha sollevato il peso del soggetto alla posizione del gomito completamente flessibile, mentre il soggetto ha abbassato il peso per un periodo di 4 s fino a quando il gomito è stato completamente esteso. Le ripetizioni sono state eseguite senza riposo fino a quando il soggetto non è stato in grado di abbassare il peso lentamente e in modo controllato (= 4 s) a causa di fatica per 2 ripetizioni consecutive.

Segni d’infiammazione

Misure di segni di infiammazione sono state effettuate immediatamente prima e 48 H dopo esercizio eccentrico. Le valutazioni sono state eseguite 48 ore dopo l’esercizio in base a prove che mostrano picco di dolore e infiammazione si verificano in questo tempo (Miles et al., 2008). La nostra valutazione dei segni infiammatori comprendeva misure di gonfiore, aumento della temperatura e dolore, in quanto queste sono caratteristiche caratteristici dell’infiammazione localizzata (Friden e Lieber, 1992).

La resistenza è stata valutata misurando la circonferenza del braccio al mid-brachium con una molla -caricato antropometrico. Il gonfiore è stato anche valutato misurando il volume del braccio, utilizzando il metodo di spostamento dell’acqua. Questo metodo è comunemente usato per il monitoraggio del linfedema nei pazienti affetti da cancro al seno e ha dimostrato di essere sensibile alle fluttuazioni quotidiane del volume del braccio associate a modifiche dell’edema (Lette, 2006).

In breve, il volumetro è un cilindro verticale (100 cm di altezza, 15 cm di diametro) con un piccolo boccaglio nella parte superiore attraverso cui l’acqua può fuoriuscire. Dopo aver riempito il volumetrico verso l’alto con l’acqua, il soggetto ha inserito lentamente il braccio nel volumetro fino a che una superficie pre-contrassegnata sul braccio (vicino all’inserimento del muscolo deltoide) era sulla superficie dell’acqua. L’acqua che fuoriesce dal volumetrico è stata catturata in un contenitore e pesata.

La densità dell’acqua era assunta pari a 1 g · mL-1; Quindi, il volume del braccio (in mL) era uguale alla massa (in grammi) dell’acqua sfollata. Per garantire che il braccio sia stato inserito nel volumetro allo stesso livello tra la valutazione basale e 48 ore di esercizio, i soggetti sono stati invitati a non lavare il segno di riferimento sul loro braccio tra i test.

La temperatura è stata misurata utilizzando un sensore della pelle a infrarossi DermatempTM Scanner di temperatura a infrarossi, modello # DT1000, Exergen Corp, Newton, Massa). Un totale di cinque temperature sono state prese sul bicep mid brachii e sono state utilizzate le medie di tutte le letture. I termometri a infrarossi sono dispositivi altamente affidabili e validi per misurare la temperatura della superficie cutanea (Burnham et al., 2006). La soglia è stata misurata utilizzando una scala analogica visiva su cui i partecipanti hanno posto un segno di spunta su una linea di 10 cm per indicare il grado di dolore.

La distanza in centimetri dall’estremità sinistra della scala al segno di spunta è stata usata per riflettere l’affezione. Diversi studi hanno valutato la validità e l’attendibilità della scala analogica visiva come mezzo per misurare l’affezione soggettiva (Gallagher et al., 2002). La dolore muscolare è stata valutata in tre modi: le misure “ponderate” sono state fatte mentre i partecipanti hanno flesso e esteso il gomito tenendo un peso di 1,1 kg.

La dolorosa “palpata” è stata valutata con il partecipante rilassante il braccio e mentre il tecnico ha palpato / massaggiato il muscolo bicipite ~ 2 cm inferiore al midpoint di olecranon-acromion; Sono stati fatti i punteggi “Completamente estesi” mentre i partecipanti hanno tentato di estendere completamente il loro gomito.

Protocollo di integrazione dell’Omega-3

Per l’intero soggetto di studio sono stati collocati su un omega-3 fa limitato Tty acid dieta. I soggetti sono stati forniti con un elenco specifico di alimenti contenenti omega-3 da evitare. Questo ha garantito che l’assunzione di acido grasso omega-3 alimentare è stata ridotta al minimo. Durante la prova omega-3, i partecipanti hanno preso 2.000 mg EPA e 1.000 mg DHA al giorno (Rx Omega-3 Fattori, fattori naturali, Everett, Washington, 400 mg EPA e 200 mg DHA per capsule softgel).

La ricerca precedente ha utilizzato gli integratori di acido grasso omega-3 in un rapporto di EPA: DHA di 2: 1 (Simopoulos, 2007). Un diario supplementare è stato dato a ciascun soggetto in modo da poter registrare quando hanno preso gli integratori giornalieri. Inoltre, i conteggi pillola sono stati eseguiti per valutare la conformità con il regime di integrazione.

Per mantenere la coerenza con la quantità di integratori omega 3 migliori tra i soggetti, i supplementi sono stati l’unica fonte di acidi grassi omega-3 nella dieta, in quanto i soggetti hanno continuato a seguire una dieta ristretto di omega-3.

Analisi statistiche

L’analisi statistica primaria è stata effettuata Tutti i soggetti per valutare l’efficacia fisiologica dell’aggiunta di omega-3.

I punteggi di cambio sono stati calcolati per ciascuno dei marcatori infiammatorie sottraendo i valori finali (48 ore dopo l’esercizio) dai valori di base (misurati immediatamente prima dell’esercizio eccentrico) per ogni prova. T-test in coppia sono stati utilizzati per confrontare la variazione dell’infiammazione dal processo di controllo alla variazione dell’infiammazione per il processo di omega-3.

L’analisi statistica è stata eseguita usando il software SPSS. Un valore p-0,05 è stato considerato significativo. I valori sono presentati come media ± SE se non diversamente indicato.

 

Per informarti al meglio sul mondo degli omega tre, olio di pesce, krill e su Omega 3 benefici clicca sugli appositi links 😉

Copyright © 2017-2018 Vedova Corporation, Lewes, DE, USA - Tutti i diritti riservati - disclaimer | termini e condizioni | privacy policy & cookies