La neuropatia eritaria colpisce circa il 50% della popolazione diabetica. Le manifestazioni vanno da dolore, intorpidimento, parestesia e ulcerazione nelle estremità ed è la causa principale delle amputazioni non traumatiche.

Attualmente non esiste un trattamento efficace per la neuropatia periferica. Con la prevalenza dell’obesità e del diabete di tipo 2 e delle complicanze associate che raggiungono livelli epidemici, c’è una necessità fondamentale per trovare un trattamento per preservare la funzione nervosa.

Introduzione

Questo articolo esaminerà il potenziale per l’olio di pesce come un trattamento per la neuropatia periferica diabetica.

Metodi

É stata eseguita una ricerca del database PubMed e articoli rilevanti sull’argomento sono stati inclusi in questa recensione.

Risultati

Molti studi sostengono un ruolo per l’olio di pesce nella salute cardiovascolare. Tuttavia, sono disponibili meno informazioni sull’effetto dell’olio di pesce sulle complicanze del diabete, compresa la neuropatia. Gli studi pre-clinici del mio laboratorio usando modelli di roditori diabetici hanno dimostrato che l’olio di pesce può rallentare la progressione e invertire la neuropatia diabetica come determinata esaminando più endpoint.

L’olio di pesce meccanistico ha dimostrato di avere proprietà antiinfiammatorie. L’abbassamento del rapporto omega-6 / omega-3 acido grasso è risultato essere anti-trombotico. Inoltre, i metaboliti degli acidi eicosapentaenoici e docosahecsenici, i principali acidi grassi polinsaturi presenti nell’olio di pesce, hanno dimostrato di essere neuroprotettivi e possono stimolare la crescita degli neuroni in vitro.

Conclusoni

Ulteriori studi sono necessari, ma i dati esistenti suggeriscono che l’arricchimento dietetico con gli acidi grassi omega-3 contenuti nell’olio di pesce può essere un trattamento benefico per la neuropatia diabetica.

Effetto dell’integrazione di omega-3 sulla neuropatia nel diabete di tipo 1: una prova pilota di 12 mesi

Omega 3 e diabete

Per testare l’ipotesi che 12 mesi di integrazione degli acidi grassi omega-3, dai famosi benefici, acidi grassi polinsaturi di olio di guarnizione (ω-3 PUFA) interromperà la progressione nota della polineuropatia sensomotoria diabetica (DSP) nel diabete mellito di tipo 1 (T1DM).

Metodi

Gli individui con diabete mellito di tipo 1 e la prova di sensomotoria diabetiaca  come determinati da un punteggio di neuropatia clinica di Toronto maggiore di 1, sono stati reclutati per partecipare a un singolo esperimento a prova aperta avente come integratore l’olio omega 3 dato in supplemento di 10 ml per un anno. L’esito primario è stato costituito dalla variazione della lunghezza della fibra nervosa corneale (CNFL) misurata con la microscopia confocale corneale in vivo, con misure di conduzione sensoriale e nervosa come esiti secondari.

Risultati

Sono stati iscritte quaranta partecipanti (53% donne), di età compresa tra 48 e 14 anni, indice di massa corporea 28,1 ± 5,8 con durata del diabete di 27 ± 18 anni. Alla base, 23 partecipanti hanno avuto DSP clinico e in  17 non lo hanno fatto. Dopo 12 mesi di integrazione non si è registrato alcun cambiamento nella conduzione nervosa o nella funzione sensoriale.

Conclusioni

Dodici mesi di integrazione di acidi grassi polinsaturi omega 3, sono stati associati con l’aumento della lunghezza della fibra nervosa corneale nei pazienti affetti da diabete mellito di tipo 1.

Shares
Share This