Alcuni studi hanno mostrato che esiste una base biologica per l’aggressività e il comportamento criminale. Basse concentrazioni di acido 5-idrossi-indoleacetico (CSF 5-HIAA), un indicatore del ricambio della serotonina cerebrale, sono stati costantemente associate a comportamenti impulsivi, violenti, suicidi, ostili e aggressivi, nonché all’inizio della dipendenza da alcol e disturbi della personalità. La bassa quantità di PUFA è stata anche associata a insufficiente neurotrasmissione serotoninergica ed è possibile che il CSF 5-HIAA basso rifletta questa carenza.

Un piccolo numero di studi clinici hanno esaminato l’impatto dell’integrazione di PUFA sull’aggressività. Uno studio a doppio cieco controllato con placebo ha misurato gli effetti dell’integrazione giornaliera con olio contenente 49,3% (1,5g) DHA, 6,7% EPA, 7,3% acido oleico, 3,3% AA e altri olii per tre mesi, su cognizione e aggressività in un gruppo di 41 studenti giapponesi sani frequentanti due università.

Le capsule placebo contenevano piccole quantità di LA e ALA. Non sono state osservate differenze tra gruppi nei test cognitivi della funzione esecutiva, ma una differenza significativa è stata segnalata nell’aggressività verso gli altri alla fine dello studio, durante un esame finale molto stressante.

I punteggi di aggressività verso gli altri sono aumentati significativamente nei gruppi di controllo e sono diminuiti (anche se non significativamente) nei gruppi con l’integrazione di DHA. Le analisi del sangue hanno confermato un significativo aumento dei livelli di EPA e DHA nei gruppi di trattamento. Pertanto, tre mesi di integrazione con PUFA di n-3 sembravano aiutare gli studenti a controllare l’aggressività verso gli altri durante un periodo di stress elevato. Dagli studi sull’ostilità e l’aggressività indotta da stress, un gruppo australiano ha indagato un possibile miglioramento dei livelli di stress percepiti del personale universitario con l’integrazione di DHA, non trovando differenze tra il gruppo di trattamento e il placebo, ma effetti positivi del gruppo di trattamento rispetto al gruppo di controllo.

stress

Un altro studio a doppio cieco ha verificato gli effetti di integrazione con 1 g di etil-EPA giornaliero o placebo in otto settimane su un gruppo di donne con moderato disturbo di personalità borderline, caratterizzato da reattività emozionale e aggressività impulsiva. Il gruppo di trattamento aveva una diminuzione significativamente maggiore dei punteggi di depressione e di aggressività alla fine dello studio.

Una prova randomizzata, controllato con placebo, è stata svolta con 231 giovani detenuti adulti per studiare gli effetti di integrazione con micronutrienti e acidi grassi essenziali nel corso di quattro-cinque mesi sul comportamento antisociale.

I partecipanti hanno utilizzato capsule multi-vitamina / minerali e integratori di acido grasso che forniscono acidi grassi n-3 e n-6 (1260 mg LA, 160 mg GLA, 80 mg EPA e 44 mg DHA al giorno) o placebo. Durante la prova, il gruppo di trattamento ha effettuato meno comportamenti antisociali e il maggior effetto è stato notato per comportamenti violenti.

Questi studi aggiungono un’importante dimensione alla ricerca dell’effetto di PUFA sull’ADHD, che è comunemente associata al comportamento antisociale di sintomi comportamentali in età infantile e alla criminalità e al comportamento antisociale nell’adolescenza e nell’età adulta.

Un grosso lavoro è attualmente in corso su larga scala nelle carceri del Regno Unito, studiando gli effetti dei micronutrienti e PUFA sui comportamenti antisociali in una prova controllata randomizzata di quattro mesi.

gatto aggressivo

[2]
Recentemente, una prova randomizzata controllata su 24 uomini con diagnosi di abuso di sostanze ha rilevato che l’integrazione con 3g / giorno di n-3 PUFA per tre mesi migliorava i punteggi di rabbia e ansia in dei test rispetto ad un placebo di olio di soia. Il gruppo attivo ha ricevuto cinque capsule al giorno ciascuna contenente 450 mg di EPA, 100 mg di DHA e 50 mg di Omega 3 ALA e DPA. Sebbene cinque partecipanti sia al placebo che ai gruppi attivi prendessero un farmaco antidepressivo durante lo studio, le loro dosi sono rimaste uguali.

È interessante notare che i valori di rabbia sono rimasti inferiori nel gruppo attivo per tre mesi dopo l’interruzione dell’integrazione. L’assunzione di PUFA di ciascun partecipante è stata calcolata da un questionario sulla dieta che copre il mese precedente lo studio e si è riferito che i partecipanti avevano un consumo giornaliero di 148 mg di LC n-3 PUFA, solo il 30% dell’assunzione raccomandata da ISSFAL di 500 mg / giorno.

Inoltre, i partecipanti che hanno riportato una storia di comportamenti violenti hanno avuto un assorbimento significativamente più basso di PUFA di LC n-3 rispetto a quelli che non hanno avuto dei comportamenti violenti. Dopo il trattamento di 3 mesi con PUFA di LC n-3, un basso punteggio nell’ansia è stato associato maggiormente all’utilizzo di EPA ma non di DHA, mentre un punteggio basso nella rabbia è stato associato maggiormente con il DHA. Ciò indica la possibile differenza tra i due PUFA di LC n-3 a causa del loro effetto sulle condizioni psichiatriche. Sono dunque necessarie ulteriori ricerche in tal merito.

Una prova clinica controllata sta attualmente analizzando il ruolo di PUFA di n-3 nell’alleviare lo stress psicologico negli studenti universitari che esercitano gli esami e un altro studio in Spagna sta valutando gli effetti benefici dell’integrazione degli Omega 3 per i sintomi del disturbo borderline della personalità.

Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi