Oli vegetali omega-3 

L'olio che utilizziamo regolarmente in cucina è ricco di Omega 6, che vanno bilanciati con gli Omega 3

Tra le fonti di omega-3 vi sono anche degli oli, sia di origine animale che di origine vegetale.
Vi proponiamo di seguito una lista con le principali caratteristiche di ogni olio.
Potete quindi scegliere sia oli di origine animale, che soluzioni vegetariane e vegan…insomma, troverete tutto ciò che fa al caso vostro.

In questa pagina in particolare ci concentreremo sugli oli ricchi di omega-3 di origine vegetale con tutte le loro proprietà.

Olio di lino

Introduzione: il lino

semi oleosi, ricchi di omega 3 ala

Il lino è una pianta della famiglia delle linacee. Può raggiungere un’altezza di circa 1 metro al massimo. Produce caratteristici fiori azzurri.

I semi hanno una lunghezza che varia dai 4 ai 6 mm e una larghezza che va dai 2 ai 33 mm circa. Il colore è rosso scuro e sono protetti da un rivestimento esterno molto resistente.

I semi di lino contengono proteine, minerali,vitamine,olio, mucillagini, fibre, pectine e sostanze antiossidanti.

Olio di semi di lino

i semi oleosi sono ricchi di Omega 3 ala, che non è altrettanto antinfiammatorio quanto EPA e DHA

L’olio di semi di lino è ricco di acidi grassi omega-3, in particolare dell’acido alfa-linoleico (ALA). Contiene anche acidi grassi omega-6 (acido linoleico) e omega-9 (acido oleico).

Le sostanze contenute nell’olio di lino si suddividono nelle seguenti percentuali:
– omega-3: 57%
– omega-6: 16%
– grassi monoinsaturi: 18%
– grassi saturi: 9%

L’olio è ricavato dalla spremitura a freddo dei semi di lino (Linum usitatissimum), senza ulteriori interventi di tipo chimico-fisico, per evitare di alterare le caratteristiche bionutrizionali.

L’olio di semi di lino è costituito per il 98% da una miscela di trigliceridi, mentre il restante 2% è una  frazione insaponificabile. (La frazione insaponificabile degli oli vegetali è formata da sostanze di natura non triglicerica e comprendere varie molecole come idrocarburi, carotenoidi e altre).

Quest’olio è ricco di acido alfa-linoleico (tra il 55% e il 60%), importante per la sua azione preventiva delle patologie cardiovascolari.

Quali sono le proprietà dell’olio di semi di lino ?

1. Aumenta l’elasticità delle arterie
Questa funzione dell’olio di semi di lino è ormai comprovata. Esso svolge un effetto protettive sulle arterie e ne aumenta l’elasticità. La ridotta elastictià delle arterie è considerata uno dei fattori principali di rischio di patologie cardiovascolari

2. Riduce l’aggregazione delle piastrine
L’olio di semi di lino ha la capacità di ridurre la tendenza delle piastrine di aggregarsi, proteggendo quindi dalle malattie cardiovascolari.

3. Protezione contro le ischemie cardiache
Questo tipo di olio protegge dalle ischemie cardiache. Ciò è stato rilevato da uno studio epidemiologico del 1999 condotto su 76283.

4. Controlla il colesterolo
L’olio agisce come precursore nella formazione di EPA e DHA. Riduce la formazione di depositi di colesterolo nei vasi arteriosi, permettendo di prevenire l’arteriosclerosi.

5. Controlla l’ipertensione
Riduce l’ipertensione perché possiede una leggera azione ipotensiva.

6. Cura dell’insentizione
L’olio di semi di lino riduce la stitichezza e funziona come rimedio contro colite e colite ulcerosa.

7.Funzione antiossidante
L’azione di antiossidante permette di contrastare l’eccesso di radicali liberi, rallentando i segni del tempo e aumentando la sensazione di energia.

Altri benefici:

  •  funge da disintossicante
  • rinforza il sistema immunitario
  • attenua i dolori reumatici
  • attenua i sintomi dell’asma
  • favorisce la cicatrizzazione dei tessuti
  • migliora la vista
  • migliora il metabolismo

Indicazioni per la conservazione e per l’uso:

Non deve essere esposto al calore diretto, quindi non può essere utilizzato per la cottura dei cibi.
Si può però utilizzare per condire i cibi a preparazione ultimata o per piatti crudi.
Bisogna conservarlo lontano da fonti di calore, luce e aria. Essendo una sostanza altamente insatura può essere facilmente compromessa da questi agenti.
L’odore non dev’essere sgradevole, perché significherebbe che l’olio è irrancidito e non può essere utilizzato

Come assumerlo ?

E’ consigliato assumere l’olio di semi di lino nella quantità di 1400-1500g nell’arco della giornata per un periodo di 60 giorni.
In caso di gravidanza e allattamento è sempre meglio consultare il medico.

 

Olio di ribes nero

Introduzione: il ribes

Ribes nero, ricco di omega 3

Il ribes appartiene alla famiglia delle sassifragacee, ed è originario dell’Europa centrale e settentrionale. Si presenta come un arbusto che può raggiungere i 2 metri. I fusti sono ramosi, le foglie sono caratterizzate da un margine dentato; le bacche sono ricche di semi.
I semi sono ricchi di proteine, minerali, vitamine, olio e acidi organici.

Olio di semi di ribes

Olio di semi di ribes nero, ricco di omega 3

L’olio di ribes nero è ricco di acidi grassi omega-3 (ALA), omega-6 (AL) e omega-9 (acido oleico)
Anche in questo caso la spremitura avviene a freddo per evitare di perdere le proprietà nutritive.

L’olio di semi di ribes nero contiene:

  • acido gamma-linoleico (15-20%)
  •  acido alfa-linoleico (12-14%)
  • acido steridonico
  • acido linoleico

Quest’olio contiene maggiori quantità di acido alfa-linoleico rispetto agli oli di enotera e borragine di cui parleremo successivamente, ma minor quantità di acido gamma-linoleico.

Quali sono le funzioni dell’olio di ribes nero ?

  •  Controllo dell’ipertensione
    Alcuni studi hanno dimostrato che l’olio di semi di ribes nero sono utili per il controllo dell’ipertensione borderline.
  • Controllo dei trigliceridi e del colesterolo
    Quest’olio incrementa la produzione di prostaglandine PG1, che hanno la capacità di inibire la formazione del colesterolo LDL (cattivo), favorendo il colesterolo HDL (buono).
  • Azione antinfiammatoria
    L’olio di semi di ribes nero è in grado di regolare gli stati infiammatori grazie all’acido stearidinoico e al GLA (precursore di eicosanoidi che combattono l’azione pro-infiammatoria).
    Inoltre è efficace anche in condizioni come artrite, artrite reumatoide e sindrome di Sjorgen.
  • Migliora e previene la dermatite atopica
    Secondo alcuni studiosi una delle cause che provoca la dermatite atopica è la carenza di GLA. I risultati della somministrazione di olio di ribes nero hanno fatto osservare un miglioramento generale delle condizioni cutanee, riduzione di eritema, prurito, escoriazioni e desquamazioni.
  • Protezione della pelle
    L’utilizzo di olio di ribes nero è di aiuto nei casi di psoriasi, acne e orticaria.

Altri benefici:

  • prevenzione dell’arteriosclerosi
  • attenua i sintomi della sindrome premestruale
  • migliora il focus mentale
  • migliora la vista (facendola diventare più acuta)
  • favorisce l’idratazione dei tessuti

Indicazioni per la conservazione e per l’uso:

Non può essere usato per la cottura dei cibi perché, come nel caso precedente, anche questo olio è sensibile al calore diretto. Da evitare anche l’esposizione alla luce. Meglio se conservato in bottiglie di vetro scuro.

Come assumerlo ?

Si consiglia di assumere 500-1500 mg nell’arco della giornata per un periodo di almeno 60 giorni.

In caso si volesse utilizzare durante la gravidanza e l’allattamento, meglio rivolgersi al proprio medico di base.

 

Olio di enotera e olio di borragine

olio di enotera, ricco di omega 3 olio di borragine, ricco di omega 3

Avete mai sentito parlare di borragine ed enotera ? Sono due piante che contengono naturalmente prostaglandine sane, trombossani e altri di questi ormoni “misteriosi”. Sono un vero toccasana per cui soffre frequentemente di allergie, infiammazioni, stanchezza, nervosismo o per le ferite che si rimarginano con difficoltà.

Sono anche ottimi integratori di vitamina E

Prima di parlare più nello specifico dei due oli cerchiamo di capire cosa siano le prostaglandine e i trombossani, così da comprendere meglio quali benefici ricavare dai rimedi che ci offre la natura !

Il mondo delle prostaglandine

Le prostaglandine sono mediatori presenti nei nostri tessuti. Sono liberate principalmente da lipidi sottili, che si trovano all’interno degli involucri protettivi delle cellule; agiscono localmente e quindi non sono trasportate dal sangue. Le prostaglandine sono sintetizzare prevalentemente nelle piastrine o anche nei leucociti (globuli bianchi).

Quando introduciamo l’acido arachidonico nel nostro organismo tramite l’alimentazione, esso viene inglobato nelle membrane dei linfociti (anch’essi parte del nostro sistema immunitario). In caso di attacco di virus o batteri o anche nel caso di puntura di zanzara vengono espulse le prostaglandine. Esse, sono responsabili ad esempio del gonfiore, risultato di un afflusso molto più elevato di sangue nei vasi, per espellere l’agente patogeno rapidamente.

Per combattere le infiammazioni che possono derivare servono prostaglandine “sane”. In base all’alimentazione si possono produrre prostagliandine “sane” o “sbagliate”. Le prostaglandine sane provengono ad esempio da vegetali ricchi di lipidi o dal pesce; quelle dannose invece si formano con l’assunzione di troppa carne, carne macinata o insaccati e sono pro-infiammatorie.

Per evitare risposte pro-infiammatorie è quindi meglio orientarsi verso sostanze che favoriscano la produzione di postagliandine sane, che combatterebbero anche alla diminuzione di quelle dannose.

Un mondo sconosciuto alla scienza

Prostaglandine, trombossani e prostacicline hanno una vita molto breve, così breve da sfuggire all’osservazione dei biologi cellulari. Per questo motivo, tutt’oggi è così difficile combattere malattie infiammorie gravi come i reumatismi o il morbo di Crohn.

Torniamo adesso ai nostri oli di enotera e borragine

Cos’è l’enotera ?

enotera

L’enotera è una pianta che fa parte della famiglia delle onagracee. Proviene dall’America del Nord e ha cominciato a diffondersi in Europa a partire dalla fine del ‘500.
Le caratteristiche di questa pianta sono: altezza da 1 a 3 , fiori gialli, il frutto contiene tanti piccoli semi.
I semi di enotera contengono acidi grassi instatur e steroidi come il campestrolo e il Betasitosterolo.

L’olio di semi di enotera è un’ottima fonte di omega-3 (acido gamma-linoleico).
La spremitura a freddo dei semi senza ulteriori lavorazioni chimiche o fisiche permette di non alterare le caratteristiche bionutrizionali.

La sua composizione è:

– 65-80% di acido linoleico
– 8-14% di acido gamma-linoleico
– 6-11% di acido oleico
– 7-10% di acido palmitico
– 1-2% di acido stearico
– 0,1-o,2% di acido alpha-linolenico

Ecco i principali benefici dell’olio di semi di enotera:

1. Controllo del colesterolo
Grazie all’incremento della produzione di prostaglandine PG1, viene ridotto il colesterolo cattivo in favore di quello buono.

2. Previene l’ateriosclerosi
Gli studi hanno dimostrato la capacità dell’acido gamma-linoleico di rallentare la formazione di placche aterosclerosiche.

3. Controllo dell’aggregazione delle piastrine
L’iperaggregazione delle piastrine viene indotta da un’alimentazione ricca di grassi saturi. Con l’utilizzo dell’olio di semi di enotera questo fenomeno può essere rallentato

4. Funzione modulatori del sistema immunitario
L’olio di semi di enotera è ottimo nel modulare il sistema immunitario, influenzando l’attività di produzione di linfochine, sostanze rilasciate dai linfociti T e dei magrofaci. In questo modo viene attenuata l’eccessiva attività eccessiva delle delle principali componenti del sistema immunitario.
Viene utilizzato anche nel trattamento di artrite reumatoide e sclerosi multipla.

5. Riduce i sintomi della cheratogongiuntivite secca
Quest’olio permette di ridurre l’infiammazione della superficie oculare e la secchezza degli occhi,

6. Riduce i sintomi della sindrome premestruale (o PMS)
La riduzione dei sintomi della sindrome premestruale avviene grazie alla capacità di quest’olio di modulare la sensibilità alla prolattina. Gli effetti benefici si manifestano sui sintomi neurovegetativi tipici della PMS: riduzione del gonfiore e del dolore al seno, miglioramento dell’aspetto della pelle, riduzione del dolore muscolare e articolare

7. Riduce la sintomatologia di malattie dermatologiche
Gli studi hanno evidenziato un miglioramento in diverse patologie della pelle come dermatite atopica, acne, psoriasi e orticaria.
Si riscontrano inoltre la diminuzione di eritemi, prurito, escoriazioni, desquamazioni e perdita di lucidità

8. Favorisce il benessere della pelle

Quest’olio protegge la pelle dalle aggressioni esterne e favorisce le sue normali funzioni fisiologiche, contribuendo a mantenerla sana, tonica ed elastica.
Non solo, regola anche la regolazione di sebo e attenua i segni del tempo.
Il contenuto di una persa può essere utilizzato per nutrire la pelle. E’ sufficiente forarla con  uno spillo sterilizzato e massaggiare sul viso.
Gli stessi effetti benefici si riscontrano anche sui capelli ! Non è fantastico ?

9. Riduzione della sintomatologia di tipo allergico-infiammatorio
L’olio di enotera favorisce la desensibilizzazione dell’organismo in presenza di allergie e intolleranze, riducendo la sintomatologia di carattere allergico-infiammatorio.

10. Effetti benefici sulla sindrome dell’iperattività
Uno studio condotto in Inghilterra ha evidenziato effetti benefici su casi di iperattività, crisi di pianto, depressione, ansia, disturbi del sonno. Somministrando 1000 mg al giorno a un gruppo di 79 bambini affetti da disturbi dell’attività, si è ottenuto un miglioramento in 53 casi.

Altri benefici:

  • ottimo disintossicante organico
  • protegge da alcune sostanze chimiche tossiche
  • allevia i sintomi da astinenza al fumo
  • migliora la concentrazione
  • in combinazione con oli di pesce riduce la rarefazione ossea

Metodo di conservazione e utilizzo:

L’olio di semi di enotera è sensibile al calore, alla luce e all’aria. Per questo si trova spesso sotto forma di perle

Come assumerlo ?

Si consiglia di assumere 1000-3000mg al giorno per un periodo di 60 giorni. Consultare sempre il medico in caso di allattamento e gravidanza.

Olio di borragine 

Cos’è la borragine ?

borragine

La borragine è una pianta che appartiene alla famiglia delle borraginacee, originaria dell’Africa del Nord e diffusa nell’area mediterranea. Possiede un fusto carnoso e grandi foglie di forma ovale allungata coperte di peli lunghi e rigidi. I fiori sono di colore blu accesso, ma la parte più importante è costituita dai semi, da cui si ricava l’olio.

Olio di semi di borragine

L’olio di semi di borragine è un’ottima fonte di GLA (acido gamma-linoleico), appartenente alla serie degli omega-6) infatti ne contiene tra il 17 e il 25%. Inoltre, è ricco di fitoestrogeni.
Anche in questo caso la spremitura avviene a freddo per evitare la perdita delle proprietà nutritive.

Quali sono i benefici dell’olio di borragine ?

1. Controllo del colesterolo
L’olio di semi di borragine controlla il colesterolo grazie all’incremento della produzione di prostaglandine PG1, che hanno la capacità di inibire la formazione del colesterolo LDL, favorendo l’incremento del colesterolo buono.

2. Favorisce il corretto funzionamento del sistema cardiovascolare
Quest’olio impedisce l’aggregazione delle piastrine, favorendo una maggiore fluidità del sangue e liberando i vasi sanguigni dai depositi di colesterolo. L’olio di borragine aiuta quindi a prevenire l’arteriosclerosi.
In generale, si ottiene un miglioramento della circolazione, un abbassamento della pressione e un migliore funzionamento del cuore.

3. Modula il sistema immunitario
L’olio di borragine è un ottimo modulatore del sistema immunitario e influenza l’attività di fagociterai e la produzione delle linfochine, sostanze secrete dai linfociti T e dai macrofagi, attenuando l’eccessiva attività delle principali componenti del sistema immunitario.
Trova impiego nel trattamento di artrite reumatoide e sclerosi multipla.

4. Riduce la risposta allergica
Quest’olio riduce la risposta allergica favorendo la produzione delle prostaglandine PG1, rendendo l’organismo meno sensibile agli allergeni.

5. Allevia i sintomi della sindrome premestruale (PMS)

Grazie al suo effetto di modulazione della sensibilità della prolattina, allieva alcuni sintomi della sindrome premestruale come gonfiore, dolore al senso e dolori articolari.

6. Combatte le malattie dermatologiche
Anche in questo caso, diversi studi hanno dimostrato gli effetti benefici su patologie quali acne, psoriasi, dermatite atopica e orticaria. Si riscontrano diminuzione di eritema, prurito, escoriazioni, desquamazioni e perdita di lucidità della pelle

7. Favorisce il benessere della pelle
L’olio di borragine migliora la traspirazione cutanea, protegge la pelle dalle aggressioni esterne e ne favorisce le normali funzioni fisiologiche. Ciò contribuisce a mantenere la pelle sana, tonica ed elastica.
Inoltre, regola la erezione del sebo e combatte i segni del tempo.
E’ anche efficace nel trattamento delle smagliature !

8. Attenuta i sintomi della menopausa
Il suo contenuto di fitoestrogeni attenua i sintomi comuni della menopausa (vampate, secchezza delle mucose, gonfiori, dolori e rigidità articolare.

Altri benefici:

Utile per combattere l’asma

Metodo di conservazione e utilizzo:

Si trova quasi esclusivamente sotto forma di perle per la sua forte sensibilità a fonti di calore, luce ed aria

Come assumerlo ?

Si consiglia di assumere 1000- 2000 mg nell’arco della giornata, per un periodo di almeno 60 giorni.
Si consiglia di consultare il medico in causa di gravidanza e allattamento.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica; si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un medicinale è necessario contattare il proprio medico.

Summary
Review Date
Reviewed Item
omega 3
Author Rating
51star1star1star1star1star
Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi