Omega 3 Olio di girasole

L'olio di girasole è sconsigliato perché è troppo pregno di Omega 6, che scatenano processi infiammatori nel corpo

L’olio di girasole si ricava dalla spremitura dei semi del girasole (Helianthus annus), uno splendido fiore giallo che segue il movimento del sole ed è originario delle Americhe.

Il girasole fa parte della Asteraceae ed è, in realtà, un’infiorescenza formata da tanti piccoli fiori che producono dei frutti con un seme al loro interno, da cui, appunto, si ricava l’olio di girasole di color giallo paglierino e dal profumo delicato.

Omega 3 olio di girasole: composizione

Girasole

L’olio di girasole è composto in prevalenza da acidi grassi insaturi, circa il 32% di acido oleico (monoinsaturo) e circa il 50% di linoleico (polinsaturo), meglio noto come Omega 6, che sono importanti per la salute del cuore e del sistema ormonale, per la produzione di energia, il trasporto di ossigeno, la creazione dell’emoglobina nel sangue.

L’olio di girasole è ricco anche di vitamina E, (100 ml di olio di girasole contengono 28 mg di vitamina E), detta anche tocoferolo, un eccellente antiossidante, in grado di proteggere le membrane cellulari e combattere i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare.

Vi è, poi, una buona dose di acido ascorbico, che lavora in sinergia con la vitamina E aumentando il potere antiossidante e diminuendo il rischio di sviluppare il cancro e malattie cardiache.

Il contenuto vitaminico di questo olio è veramente a largo spettro, infatti,  troviamo la B6, che protegge le fibre del sistema nervoso, la B5 (acido pantotenico), la B3 (niacina o PP) e i folati, molto utili per la corretta attività del sistema nervoso e per la creazione dei tessuti del sistema digestivo.

Vi è anche una notevole ricchezza di minerali, quali selenio, ferro, rame, zinco, fosforo, magnesio e manganese, che conferiscono proprietà uniche all’olio di girasole, come ad esempio, la capacità di rinforzare i tessuti e le ossa, di aiutare il circolo sanguigno, di produrre ormoni, di equilibrare il sistema immunitario e abbassare i rischi di malattie cardiovascolari.

L’olio di girasole, essendo ricco di acidi insaturi, può facilmente irrancidirsi, quindi, è consigliato conservarlo in frigo, lontano da fonti di calore e luce, conservandolo in una bottiglia ben chiusa, meglio ancora se di vetro scuro per fare da schermo alla luce.

L’olio di girasole può provocare infiammazioni!

Prevenire l'infiammazione con gli omega 3Ma quello che c’interessa particolarmente è il suo contenuto di Omega 6. Il rapporto tra Omega 6 e Omega 3 deve essere sempre ben bilanciato (4:1), per evitare che gli effetti benefici di questi ultimi vengano a ridursi generando l’esito contrario, ovvero l’innescarsi di processi d’infiammazione.

Un olio come l’olio di girasole è sconsigliato perché nella dieta occidentale il rapporto ideale tra Omega 3 e Omega 6 è completamente sballato (invece di 4:1 sta a 16:1 e a volte 20:1!!) e un olio così pregno di Omega 6 di certo non aiuta. Meglio optare per l’olio extravergine di oliva, la miglior scelta che si può fare in quanto a condimenti.

A causa di questo forte sbilanciamento, è meglio informarsi sui migliori integratori Omega 3 ed iniziare una supplementazione, per prevenire infiammazioni e gravi malattie che hanno ceppo infiammatorio, come Morbo d’Alzheimer, Morbo di Crohn, malattie cardiovascolari, ictus, artrite reumatoide e vari tumori, ad esempio come il tumore alla prostata ed il tumore al seno.

Omega 3 olio di girasole: Proprietà e uso dell’olio di girasole

L'olio di girasole lo si può usare sia per friggere che a crudo, ma è sconsigliato perché contiene troppi Omega 6 e lo rende pro-infiammazioni

Quest’olio lo si può usare sia per friggere che a crudo, per condire insalate o piatti a base di verdure, per preparare sughi ed emulsioni (maionese) e per le conserve sott’olio di verdure.

Si può usare, specialmente. per fare risciacqui orali: infatti, grazie alle le sue proprietà rinfrescanti e lenitive ripristina la salute delle membrane coinvolte nei casi di mucose della bocca infiammate o di gengive infiammate.

L’olio di girasole si può, altresì, adoperare come integratore Omega 3 alimentare: si possono aggiungere uno o due cucchiai a crudo nei piatti, per raggiungere la dose consigliata giornaliera di vitamina E e un’ampia ricchezza di vitamine e sali minerali utili al benessere totale del nostro corpo.

Nel campo del benessere del corpo, invece, esso costituisce un buon alleato della salute grazie all’ampia composizione di vitamine, minerali e sostanze benefiche di cui è formato. Esso è un grande aiuto per chi vuole avere una pelle giovane: le dona nutrimento ed elasticità, eliminando l’invecchiamento legato all’esposizione solare (fotoinvecchiamento) e prevenendo le cicatrici ecc.

Si può applicare direttamente sulla pelle come detergente allontanando i batteri dai pori della pelle e, grazie alla sua composizione di vitamine e carotenoidi, aiuta a prevenire l’acne .

Infine, l’olio di girasole si può usare anche per i massaggi contro i dolori muscolari o reumatici.

Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi