Che cos’è l’olio di fegato di merluzzo?

Integratori omega 3 olio di fegato di merluzzo

Le persone che vivono nel Nord Europa hanno utilizzato per secoli l’olio di fegato di merluzzo per aumentare le difese immunitarie e proteggersi dai lunghi inverni.

Non solo, essi hanno anche usato l’olio di fegato di merluzzo come soluzione naturale per reumatismi, dolori alle articolazioni e muscoli rigidi grazie a fonti primarie quali, ad esempio, i fegatini di pesci Gadus morhua.

L’olio di fegato di merluzzo è una fonte nutritiva di vitamine essenziali tra cui vitamina D e vitamina A e acidi grassi omega-3 anti-infiammatori.

La maggior parte delle gente non mangia abbastanza alimenti che forniscono sia la vitamina D che gli Omega 3 alimenti, importanti sostanze nutritive che svolgono un ruolo cruciale nella salute cardiovascolare, ormonale, immunitaria, riproduttiva e neurologica. L’assunzione regolare di olio di fegato di merluzzo può portare molti vantaggi ad adulti e bambini.

È possibile assumere l’olio sia consumando fegato di merluzzo fresco o assumendo integratori supplementari. Ogni cucchiaino di olio di fegato di merluzzo bianco contiene circa 41 calorie e (4,5 grammi di grasso secondo l’USDA), suddivisa tra acidi grassi monoinsaturi, saturi e polinsaturi.

L’aspetto più vantaggioso dell’assunzione di olio di fegato di merluzzo è che contiene alti livelli di acidi grassi omega-3, gli stessi contenuti nel salmone, lo sgombro e le sardin, ed è anche uno dei pochi e migliori alimenti ricchi di vitamina D.

Omega-3 e vitamina D sono noti per abbassare l’infiammazione, prevenire la coagulazione del sangue, preservare la salute del cervello e prevenire la depressione. Sono persino capaci di ridurre sensibilmente  i livelli di dolore e il gonfiore causato da condizioni infiammatorie come l’artrite.

L’olio di fegato di merluzzo, tra i numerosi vantaggi, aiuta ad abbassare il colesterolo e i trigliceridi, aiuta prevenire e curare il diabete, ad abbassare la pressione sanguigna alta, a prevenire le malattie cardiache, a ridurre il rischio di osteoartrite, a trattare la depressione ecc…

Quali sono i benefici dell’olio di fegato di merluzzo?

Olio di fegato di merluzzo: benefici, quando e come assumerlo

L’olio di fegato di merluzzo è una delle fonti più ricche di acidi grassi omega-3, e in particolare dei suoi derivati metabolici acido docosaesaenoico (DHA) e acido acido eicosapentaenoico (EPA).

Grazie alle loro proprietà antinfiammatorie naturali, inclusa la capacità di ridurre la produzione di prostaglandine, l’omega-3, tra i tanti benefici, riduce la necessità di far uso di farmaci antinfiammatori e può essere utilizzato per trattare una serie di sintomi che vanno dai fattori di rischio della malattia coronarica alla depressione o all’artrite dolore.

Gli omega-3 abbassano le probabilità di sviluppare: malattie cardiache, ADHD, ansia, colesterolo alto, malattia infiammatoria intestinale, artrite, cancro e altro ancora.

Carenza di Omega 3: lo squilibrio tra gli acidi grassi

Nonostante i tanti benefici vi è un problema: la stragrande maggioranza della gente ha uno squilibrio di omega-3 e omega-6 nella loro dieta. I grassi Omega-6 non sono necessariamente cattivi per l’uomo, ma se vengono consumati in grandi quantità senza assumere contemporaneamente omega-3 possono causare infiammazioni; ed è proprio quello che succede!

Il rapporto ideale si aggira intorno al 5:1, omega-6 a omega-3, ma la maggior parte delle persone ha circa 13-15 volte più omega-6 rispetto agli omega-3!

La carenza di Omega-3 è in aumento a causa del sovraconsumo di alimenti trasformati, surgelati o mal cucinati o, peggio, fritti che contengono oli vegetali raffinati (come l’olio di soia, olio di canola, olio di semi di cotone e olio di mais) pieni di omega-6.

Olio di fegato di merluzzo fonte di vitamina D

Vitamina D

La vitamina D  proviene principalmente da due fonti: la luce solare e gli alimenti. Pochi alimenti contengono quantità apprezzabili di vitamina D. Un alimento che ne è particolarmente ricco è l’olio di fegato di merluzzo. Seguono, poi, i pesci grassi (come i salmoni e le aringhe), le uova, il fegato, le carni rosse e le verdure.

La maggior parte degli italiani mostra una carenza di vitamine D, soprattutto la popolazione giovanile. Tale carenza tende ad aumentare con l’avanzare dell’età, interessando la gran parte degli anziani.

Cosa comporta avere dei bassi livelli di vitamina D nel corpo?

Una carenza di vitamina D provoca la diminuzione dei livelli sierici di calcio e fosforo, i quali provocano iperparatiroidismo secondario ed un aumento della concentrazione di fosfatasi alcalina. Inoltre si possono avere  alterazioni dei processi di mineralizzazione con rachitismo (nel bambino) ed osteomalacia (nell’adulto) e debolezza muscolare, deformazione ossea e dolori.

Quindi per evitare questi problemi di salute è bene che sia gli adulti che i  bambini colmino la carenza di vitamina D con  la supplementazione, con l’esposizione solare o infine con un’alimentazione ricca appunto di vitamina D.

Altri sintomi di carenza di vitamina D sono: depressione, ansia, stanchezza, infertilità, autismo, asma e l’aumento del rischio di cancro.

Diversi studi hanno evidenziato come l’assunzione di dosi elevate  di vitamina D presa da sola potrebbe avere effetti collaterali,  per questo motivo è  consigliato  assumere la vitamina D in combinazione con la vitamina A  e gli acidi grassi omega-3.

L’olio di fegato di merluzzo come fonte di vitamina A

Cibi contenenti Vitamina A

La vitamina A è un importante antiossidante che riduce lo stress ossidativo (chiamato anche danno da radicali liberi) e quindi i livelli di infiammazione. Essa è importante per la prevenzione dei disturbi visivi, per la salute del cervello,per  contrastare il cancro e per la produzione di ormoni.

Alcuni studi hanno dimostrato come la vitamina A consumata in elevate dosi possa risultare dannosa e potenzialmente tossica. Tuttavia, è anche importante notare come molte popolazioni primitive che hanno mangiato alimenti ad alto contenuto di vitamina A (insieme alla vitamina D)ne abbiano tratto un grande beneficio per la propria salute. Ad esempio, secondo la Weston A. Price Foundation, la dieta tradizionale scozzese è ricca di alimenti come oli di fegato di pesce, molluschi e grassi animali (tutte  fonti naturali di vitamine A e D ) e indagini condotte su queste persone hanno dimostrato che avevano tassi molto bassi di malattie croniche.

Se si assumere vitamina A da olio di fegato di merluzzo, è importante fare attenzione alla qualità del supplemento che si acquista. Molte marche contengono versioni sintetiche di vitamine A e D che non sono ben assorbite, oltre a rapporti pericolosi di queste due sostanze nutritive. Consumare  livelli molto elevati di vitamina A dai soli integratori è stato collegato a dati preoccupanti per la salute, mentre ottenere la vitamina A naturalmente dalle fonti di cibo può contribuire a migliorare il sistema immunitario. Inoltre mangiare cibi ricchi di vitamina A è vantaggioso per la crescita delle ossa, la vista, la crescita cellulare, la funzionalità testicolare e ovarica e molto altro ancora.

Olio di fegato di merluzzo: un aiuto concreto nella prevenzione delle malattie cardiache

Omega 3 per il benessere delle arterie e contro il colesterolo cattivo

L’evidenza dimostra che l’olio di fegato di merluzzo bianco, preso in forma integrativa, può aiutare a ridurre i trigliceridi alti, un tipo di grasso pericoloso nel sangue che aumenta il rischio di malattie cardiache. L’olio di fegato di merluzzo viene anche utilizzato per abbassare la pressione sanguigna alta ed equilibrare i livelli di colesterolo nel sangue.

Un certo numero di studi effettuati  su soggetti umani e animali hanno dimostrato un’elevata efficacia degli acidi grassi polinsaturi omega-3 ottenuti da olio di fegato di merluzzo bianco per prevenire l’aterosclerosi (indurimento e irrigidimento delle arterie) e le sue complicazioni. Il trattamento, da solo o in combinazione con farmaci quali le statine, aiuta a invertire i fattori di rischio nei pazienti con ipertrigliceridemia e livelli elevati di trigliceridi.

Olio di fegato di merluzzo ha un ruolo nella riduzione del rischio di cancro?

Alti livelli di vitamina D, ottenuti sia dall’esposizione al sole che dalla supplementazione con l’olio di fegato di merluzzo, sono stati associati a minori rischi di cancro. Uno studio ha scoperto che la vitamina D in se stessa o assunta tramite l’olio di merluzzo potrebbe aiutare a prevenire il cancro al seno nelle donne a causa dei suoi effetti antiproliferativi  sulle cellule del cancro al seno. Quindi esso è un valido aiuto nel combattere i tumori mammari.

Olio di fegato di merluzzo un toccasana contro il diabete

L’olio omega 3 di fegato di merluzzo, importante fonte di grassi sani, può aiutare a gestire i livelli di glucosio (zucchero) nel sangue. È stato anche dimostrato che aiuta a ridurre i sintomi delle complicanze legate al diabete, come ad esempio la malattie renali. L’uso di olio di fegato di merluzzo e supplementi di vitamina D durante il primo anno di vita del bambino, inoltre il loro uso in gravidanza può essere un valido aiuto nella riduzione del  rischio di sviluppare il diabete.

Uno studio del 2007 pubblicato sul Journal of   Pharmacy and Pharmacology ha evidenziato che la somministrazione di integratori di olio di fegato di merluzzo a soggetti diabetici per 12 settimane ha agito come un trattamento naturale del diabete.

Olio di fegato di merluzzo utile per il trattamento dell’artrite

All’inizio del XX secolo gli scienziati hanno stabilito che l’olio di fegato di merluzzo è un “antirachitico” naturale, il che significa che migliaia di madri hanno iniziato a somministrarlo con  forza ai propri bambini che non lo desideravano, per via del suo sapore non proprio  gradevole! Il rachitismo è infatti una malattia che colpisce i bambini,dovuta alla carenza di vitamina D, che provoca delle deformazioni ossee. L’uso di olio di fegato inoltre può essere associato ad una riduzione del dolore, rigidità articolare e gonfiore nei pazienti con artrite e altre condizioni infiammatorie.

L’olio di fegato di merluzzo è un trattamento naturale efficace per l’artrite perché imita gli effetti dei farmaci. Funziona come un farmaco antinfiammatorio non steroideo, migliora i principali sintomi clinici e può essere utilizzato come un’alternativa sicura ai farmaci o semplicemente come integratore Omega 3 complementare nel trattamento dell’artrite reumatoide.

Olio di fegato di merluzzo: aumenta la fertilità e aiuta la crescita e lo sviluppo del bambino

Omega 3 per bambini. Quando iniziare con l'assunzione di pesce

Gli acidi grassi sono fondamentali per la salute riproduttiva e per una gravidanza senza problemi ,perché aiutano il corpo a produrre ormoni sessuali, inclusi estrogeni e progesterone. L’olio di fegato di merluzzo è legato a una funzionalità ovarica e testicolare più sana poiché fornisce sostanze nutritive  (omega-3 e vitamina D) che aiutano a mantenere il sistema endocrino in salute.

Come molte sostanze nutritive antinfiammatorie, l’olio di fegato di merluzzo aiuta le ghiandole surrenali che controllano il rilascio degli ormoni sessuali coinvolti nella libido, nella gravidanza e nella riproduzione. DHA svolge anche un ruolo cruciale nella mobilità e nella salute degli spermatozoi negli uomini.

Come evidenzia la Weston A. Price Foundation, le donne che hanno usato l’olio di fegato di merluzzo all’inizio della loro gravidanza hanno una maggiore probabilità di partorire  bambini più robusti. Le donne che utilizzano l’olio di fegato di merluzzo bianco hanno anche livelli significativamente più elevati di DHA e EPA nel latte materno, che influenzano positivamente lo sviluppo dei neonati.

I risultati di uno studio del 2003 condotto presso l’Università di Oslo in Norvegia hanno mostrato che i bambini nati da madri che avevano preso l’olio di fegato di merluzzo durante la gravidanza e l’allattamento hanno ottenuto un livello superiore alle prove di intelligenza all’età di quattro anni rispetto ai bambini le cui madri avevano preso l’olio di mais.

Olio di fegato di merluzzo: migliora la funzione del cervello

omega 3 per la memoria

Integrare regolarmente  l’olio di pesce è stato associato alla diminuzione dei sintomi depressivi, grazie al suo contenuto di grassi omega-3 essenziali e vitamina D.

Uno studio del 2007 pubblicato nel Journal of Disorders Affective ha rilevato che gli acidi grassi omega-3 da olio di fegato di merluzzo bianco hanno migliorato l’esito della depressione e dell’ansia nella popolazione generale. Lo studio sulla salute di Hordaland ha seguito 21.835 adulti che vivono in Norvegia per due anni e ha scoperto che la prevalenza dei sintomi depressivi in ​​coloro che hanno usato l’olio di fegato di merluzzo giornaliero è stato del 2,5 per cento, contro il 3,8 per cento nel resto della popolazione. Gli studi in questione hanno inoltre rilevato che la prevalenza di alti livelli di sintomi depressivi è diminuita con l’aumento della durata (0-12 mesi) di utilizzo di olio di fegato di merluzzo.

Altri studi hanno evidenziato come ci sia una forte connessione tra l’assunzione di olio di pesce e la prevenzione del declino cognitivo, inclusa la malattia di Alzheimer; infatti gli acidi grassi essenziali vitali per la funzione cerebrale che si trovano nell’olio di pesce  aiutano a prevenire i disturbi cerebrali negli adulti più anziani.

 

Per approfondire su Omega 3 proprietà vai sul link apposito.

Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi