Come assumere gli omega 3 per un miglior assorbimento

A seguito di importanti studi effettuati presso alcuni autorevoli istituti scientifici, si è dimostrato che gli omega 3 assunti regolarmente attraverso una dieta ricca di pesce o di integratori, non solo aiuta a ridurre le infiammazioni influendo sullo stato di salute del cuore e di tutto l’organismo umano, ma gioca un ruolo fondamentale anche su molti processi corporei che hanno luogo nell’organismo umano e animale.

Tra questi vi sono i processi tiroidei che causano infiammazione e l’insorgenza della patologia. Si stima che solo in Italia siano presenti oltre 6 milioni di persone con problematiche tiroidee  e che la maggior parte degli affetti sia composto da pazienti femminili che in proporzione si ammalano da 5 a 8 volte in più rispetto agli uomini.

Oltre a prendere i farmaci assegnati dal medico cosa si può fare per mantenere il corpo per più tempo efficiente e in maggiore salute nonostante la malattia?

La risposta proviene sempre dalla natura che offre del cibo ricco dei nutrienti di cui necessita il corpo umano. Tra i cibi che aiutano a migliorare la patologia tiroidea ci sono i pesci e l’olio di pesce o di krill. Gli acidi grassi polinsaturi contenuti in pesci e olio di pesce si chiamano omega 3 e sono acidi essenziali che devono essere necessariamente introdotti nell’organismo attraverso l’assunzione mediante cibi o integratori.

Gli omega 3 presenti nei pesci e negli oii marini,che favoriscono il sistema immunitario e influiscono positivamente sul flusso sanguigno e sul sistema cardiovascolare, sono particolarmente importanti nel caso di malattie alla tiroide come la sindrome di Hashimoto.

Per la gioia delle persone affette da ipotiroidismo, alcuni studi clinici pubblicati nel 2010 sulla rivista di settore “Journal of Nutritional Biochemistry” ha dimostrato il modo in cui gli acidi grassi polinsaturi omega 3 siano in grado di stimolare gli ormoni tiroidei, comportano una diminuzione significativa dell’infiammazione.

Cos‘ è la sindrome di Hashimoto?

La sindrome di Hashimoto è una malattia autoimmune che provoca una grave infiammazione della tiroideLa Sindrome di Hashimoto è una patologia a carico della tiroide di tipo autoimmunitaria.

Come tutte le malattie autoimmuni, anche nella Sindrome di Hashimoto, il sistema immunitario anziché difendersi contro i batteri esterni, risponde in maniera spropositata contro i propri tessuti che riconosce come i propri nemici.

Proprio da questa situazione consistente in un attacco violento e abnorme ai propri tessuti, derivano gravi danni tessutali che causano l’insorgenza di diverse malattie che coinvolgono diversi organi e distretti corporei.

Tra le malattie autoimmuni c’è anche tessuto colpito: la Tiroidite Autoimmune di Hashimoto. Studi importanti hanno dimostrato che la sindrome di Hashimoto.

Come assumere la giusta quantità di Omega 3

La risposta, come sempre, proviene dal cibo che le persone sono solite consumare. La dieta mediterranea corrisponde sempre al modello di dieta ideale da seguire per trarre benefici dagli alimenti presenti.

La soluzione che potrebbe aiutare molte persone affette da patologie tiroidee, prevede l’assunzione regolare di omega 3, che ha molti effetti benefici, direttamente dagli alimenti come i pesci nei quali sono presenti in grandi quantità o attraverso l’integrazione con gli oli estrattti da pesci e krill..

Un’alimentazione ricca di pesce permetterà all’organismo di reagire in maniera corretta aiutandolo a ridurre i livelli di infiammazione con risultati ed effetti visibili nel proprio organismo.

Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi