Omega 3 Aringhe

Aringhe

L’aringa (Clupea Harengus) è un pesce azzurro che vive nei mari freddi dell’Atlantico settentrionale e del Mar Baltico.

Si tratta di un pesce di piccole dimensioni che si sposta in banchi e si riproduce durante tutto l’anno (ogni femmina depone fino a 40.000 nuove larve). La sua alimentazione è a base di diatomee, anfipodi, invertebrati, crostacei, bivalvi e, soprattutto, uova e larve di pesce.

La pesca dell’aringa nei mari del Nord è molto antica, e viene eseguita con la rete a strascico. Questa pesca, in alcuni Paesi, ha un carattere quasi sacro, perché è stata per anni la provvidenza dei pescatori ed è una vera e propria ricchezza naturale. Si pensi, ad esempio, che in Olanda e in Svezia, il primo giorno di pesca dell’aringa è organizzato in onore della Regina ed è festa nazionale.

Valori nutrizionali dell’aringa

Dal punto di vista nutrizionale, l’aringa fa parte dei pesci grassi e calorici (185 kcal).

Essa è ricca di grassi polinsaturi, tra cui gli Omega-3 EPA e DHA, che hanno tantissimi benefici per la salute, a differenza degli ALA. Se volete sapere più cose al riguardo, scoprire perché gli Omega 3 vegetali, secondo noi di 3omega3.it, NON ESISTONO cliccate sull’apposito link.

Le cose cambiano, però, quando si parla di aringa affumicata! Essa non è grassa, ma ha un buon tenore di proteine. È un pesce ricco di sali minerali, quali potassio, calcio e fosforo, e vitamine (A, B e D)

.Essendo di difficile digeribilità, è controindicato in caso di gastrite, ulcera gastroduodenale e gastroenterocolite

Inoltre, dato il suo elevato contenuto di acido urico, è sconsigliabile in caso di iperuricemia e gotta.

Benefici delle aringhe

Le aringhe, grazie al loro elevato contenuto di vitamina B12 (cobalamina), sono un alimento ideale per le donne in gravidanza o in allattamento.

Il consumo di questo pesce può essere utile anche alle persone che hanno problemi di stomaco.

L’elevata quantità di vitamina D presente nelle aringhe, inoltre, aiuta a rafforzare le ossa e la pelle, quindi, un’ottima notizia per le donne, ma anche per gli uomini che desiderano avere una pelle al top! La vitamina D aiuta, anche, a rafforzare il sistema immunitario e a prevenire alcuni tipi di cancro.

Gli Omega-3, in esso contenuti, sono utili per chi ha problemi di peso: chi è in sovrappeso ha spesso alti livelli di zucchero nel sangue e, di conseguenza, può sviluppare il diabete ed avere elevati livelli di trigliceridi e colesterolo nel sangue. (Per approfondire su Omega 3 colesterolo clcca sul link)

Diversi studi sostengono che una dieta a basso contenuto di grassi ma ricca di pesce, come le aringhe, contenenti EPA e DHA, se abbinata all’esercizio fisico, aiuta nel controllo delle concentrazioni ematiche di zuccheri e di colesterolo.

Integratori Omega 3: perché integrare oltre che consumare pesce?

Capsule olio di fegato di merluzzo

L’aringa è considerato un pesce sicuro, grazie al suo basso contenuto di mercurio.

Per avere il giusto apporto di acidi grassi Omega-3 bisognerebbe, però, mangiare un grosso quantitativo di pesce. Questo non capita molto spesso nella dieta occidentale, purtroppo, sia per mancanza di abitudine e per i costi elevati del pesce, ma si può ovviare a questo problema, e al principale, ossia lo scarso apporto di Omega 3 nel nostro organismo, affidandoci alla supplementazione.

Affidarsi ad integratori omega 3 premium, di qualità, è la cosa migliore che possiamo fare, sia se consumiamo abbastanza pesce che no.

Ovviamente anche nel campo degli omega 3 integratori bisogna fare attenzione: solo prodotti con livelli di EPA e DHA superiori al 60%, rivestiti di vitamina E, che impedisce l’irrancidimento delle capsule, e, se possibile, la  certificazione IFOS che ne garantisce la purezza e lo standard, eseguendo analisi sofisticate.