Omega 3 Mandorle

Le mandorle sono ricche di omega 3

ATTENZIONE: Gli Omega 3 Vegetali NON ESISTONO. Perchè?

Le mandorle sono considerata una delle fonti di Omega-3 di origine vegetale acido alfa-linoleico. Questo acido, meglio conosciuto con la sigla ALA, dev’essere convertito dal nostro organismo in EPA e DHA, i veri nutrienti anti-incendio e abbatti infiammazione del gruppo Omega3, ma spesso questa conversione è del tutto INSUFFICIENTE, pari solamente al 10% circa!

Per assicurarci, quindi, una sufficiente quantità di grassi ‘buoni’, bisogna ricorrere necessariamente alle fonti animali, quindi al pesce, olio di krill e agli integratori Omega 3 di olio di pesce. Per conoscerne i rapporti qualità/prezzo clicca sul link Omega 3 prezzo, e ricorda di optare per l’integratore con i migliori livelli DHA EPA Omega 3.

É solo così che si può arrivare a godere realmente di Omega 3 benefici!

Mandorla origini

La mandorla è un frutto oleoso dalle diverse proprietà nutrizionali. Il suo contenuto di vitamine (vitamina E, B2) e di acidi grassi Omega 3 è una combinazione straordinaria per abbassare i livelli di colesterolo e prevenire le malattie cardiache e quelle degenerative legate all’ossidazione cellulare. (Per approfondire su Omega 3 colesterolo clcca sul link)

La vitamina E, di cui la mandorla è ricca, è ottima per contrastare l’invecchiamento dei tessuti e prevenire le malattie della mammella (come la mastopatia fibrocistica), inoltre, è di aiuto per la diuresi e per alleviare i sintomi premestruali.

La vitamina B2 (riboflavina) è, invece, utile per la salute degli occhi e della pelle, e per rafforzare il sistema nervoso.

Le mandorle: una “scorta” di sali minerali

La mandorla ha un notevole contenuto di minerali: calcio, potassio, magnesio, selenio e fosforo.

Questo frutto secco è, quindi, un rimedio per chi conduce una vita stressante, in quanto aiuta a ridurre la stanchezza e ad aumentare le prestazioni psicofisiche, riequilibrando il sistema neurovegetativo.

Il loro apporto energetico è molto utile anche per gli sportivi e per gli studenti, infatti, basta mangiarne 3 o 4 per ricaricarsi.

Mandorle: contro l’osteoporosi

Le mandorle sono cibi utili al cervello e sono ottimi per ridurre l'ansia e migliorare la memoria

Le donne in premenopausa e menopausa dovrebbero consumare più mandorle per aumentare il loro apporto di calcio, che in questa fase della vita di una donna inizia a venire un po’ meno.

Una manciata di mandorle al giorno aiuta, infatti, a prevenire la fragilità ossea dovuta alla caduta degli estrogeni. La mandorla aiuta anche a riequilibrare gli sbalzi di umore e le piccole depressioni, tipiche di questi momenti della vita di una donna, grazie al suo contenuto di triptofano, un aminoacido legato alla produzione di serotonina, la quale regola la sensazione di benessere degli esseri umani.

Mandorle: per la memoria e contro l’ansia

Disturbi d'ansia, disturbo ossessivo compulsivo e sindrome da deficit di attenzione e iperattività e integrazione di omega-3

La mandorla occupa un posto importante tra i cibi utili al cervello: infatti, è una notevole fonte di Omega 3 (che stimolano le connessioni nervose) e di magnesio, che favorisce l’ossigenazione.

Tra le altre cose, le mandorle contengono anche vitamina B2, che potenzia la memoria.E a proposito c’è una chicca interessante!

Nel nostro cervello, pensate, esiste una zona chiamata “amigdala”, dal latino mandorla, perché ha le dimensioni e la forma di questo frutto. L’amigdala sovrintende alle risposte emotive legate agli stimoli che si vivono giornalmente e l’azione benefica delle mandorle va ad agire proprio su questa zona del cervello, aiutando a ridurre gli stati ansiosi.

Shares
Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi