Omega 3 Spinaci

Spinaci

ATTENZIONE: Gli Omega 3 Vegetali NON ESISTONO. Perchè?

Gli spinaci sono considerati una delle migliori fonti di Omega-3 di origine vegetale (il loro apporto di ALA può arrivare fino a 370 mg ogni 100 grammi di prodotto), ricchissimi di acido alfa-linoleico. Questo acido, meglio conosciuto con la sigla ALA, dev’essere convertito dal nostro organismo in EPA e DHA, i veri nutrienti anti-incendio e abbatti infiammazione del gruppo Omega3, ma spesso questa conversione è del tutto INSUFFICIENTE, pari solamente al 10% circa!

Per assicurarci, quindi, una sufficiente quantità di grassi Omega-3, bisogna ricorrere necessariamente alle fonti animali di Omega 3, quindi al pesce e agli integratori Omega 3 di olio di pesce. Per conoscerne i rapporti qualità/prezzo clicca sul link Omega 3 prezzo, e ricorda di optare per l’integratore con i migliori livelli DHA EPA Omega 3.

Scopri tutti i benefici Omega 3!

Spinaci: sfatiamo il mito di ‘Braccio di Ferro’

La pianta da cui si ricavano gli spinaci appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae, ed è originaria dell’Asia sud-occidentale.

Le ultime generazioni legano idealmente gli spinaci alla figura di Braccio di Ferro della Disney: il marinaio che li divorava per diventare forte! Non vi è dubbio che il loro contenuto di ferro sia notevole, ma esso, purtroppo, non è facilmente assimilabile dall’organismo umano, come accade, invece, per la carne rossa, che, tra l’altro, ne è molto più ricca!

Ciò non toglie che, comunque, gli spinaci facciano bene alla salute grazie al loro contenuto di vitamine e sali minerali, come magnesio, potassio, fosforo, rame e calcio.

Proprietà salutari

Gli spinaci, nonostante abbiano tanti nutrienti utili dalle proprietà antiossidanti, depurative e lassative (grazie alla loro cellulosa), hanno però una controindicazione: la presenza di acido ossalico (un acido forte che irrita le pareti intestinali) li rende sconsigliati a chi soffre di calcoli renali o a chi deve assimilare molto calcio, ad esempio, perché affetto da osteoporosi o reduce da una frattura.

L’azione antiossidante, utile per la salute generale dell’organismo e per prevenire malattie cardiovascolari, è garantita da vitamine B e C (gli spinaci contengono acido folico in buone quantità, quindi utile alle donne in gravidanza), da carotenoidi, clorofilla e luteina (utile alla vista).

Tra le loro particolarità, vi è anche un lieve effetto lenitivo che può renderli utili per farne un impacco, in caso di leggere scottature.

Infine, un piccolo consiglio: quando si lavano le foglie di spinaci, è meglio non lasciarle in acqua a lungo perché si rischia che alcuni dei suoi elementi nutrienti, i più importanti dal punto di vista nutrizionale, si perdano!