Bipolare

Oltre a trovare bassi livelli di DHA nella corteccia frontale dei pazienti con depressione, McNamara et al. hanno anche identificato livelli inferiori di DHA nella corteccia frontale (postmortem) di 18 pazienti con depressione bipolare rispetto ai 19 individui di controllo di età corrispondenti. Uno degli studi di intervento pionieristici riportati sugli effetti degli acidi grassi n-3 e psicopatologia è stato condotto da Stoll et al. nei pazienti affetti da disturbo bipolare.

La sperimentazione clinica a doppio cieco controllata con placebo ha generato una risposta significativamente maggiore al trattamento (64%) nel gruppo PUFA di n-3 rispetto a coloro a cui è stato somministrato un placebo di olio d’oliva (18,8%). In questo studio, i pazienti hanno ricevuto capsule di olio di pesce contenenti complessivamente 6,2 g di EPA e 3,4 g di DHA ogni quattro mesi, senza effetti collaterali complessivi.

Da allora sono stati condotti altri cinque studi con pazienti con disturbo bipolare. Uno studio (N = 12) ha fornito 1,5-2 g di EPA etilico per 24 settimane come terapia aggiuntiva. Sebbene non ci fosse alcun gruppo di controllo, a un mese, 7 pazienti su 10, che precedentemente erano resistenti al trattamento, hanno mostrato una riduzione del 50% nelle scale di depressione di Hamilton e i punteggi sono stati drasticamente ridotti a sei mesi.

Gli altri studi controllati con placebo hanno fornito l’EPA etilico come terapia aggiuntiva, fornendo 1-2 g per 12 settimane e 6g per 16 settimane. Keck et al. non hanno riportato miglioramenti nei sintomi ma Frangou et al. hanno riportato significativi miglioramenti con 1 g e 2 g al giorno di EPA etilico rispetto al placebo in due di tre misure di esito. Nessuno di questi studi ha preso i campioni di sangue.

Frangou et al. hanno riportato anche aumentati livelli cerebrali di N-acetil-aspartato (NAA), un presunto marcatore di integrità neuronale con 2g di etil-EPA in 14 casi ambulatoriali rispetto al placebo, anche se questo non era associato a miglioramenti nei sintomi.

Il trattamento con PUFA n-3 in uno studio incontrollato con un piccolo gruppo di donne con disturbo bipolare non ha trovato alcun miglioramento significativo in quattro settimane ma ha riportato alterazioni in un marcatore di fluidità delle membrane nei gruppi n-3 rispetto ai pazienti bipolari che non assumono n- 3 PUFA e rispetto ai controlli sani.

Queste alterazioni nei marcatori della funzione cerebrale dovrebbero essere esplorate ulteriormente e anche nel contesto di approcci multimodali al trattamento.

La depressione e il disturbo bipolare sono spesso associati all’ideazione suicidaria. Il rapporto tra PUFA, aumento del rischio di suicidio e disturbi correlati viene considerato in una revisione da parte di Brunner e colleghi, che riportano un’associazione tra il basso livello di colesterolo e il rischio di suicidio più elevato. Un recente studio ha studiato l’integrazione di n-3 PUFA, insieme a una terapia psichiatrica standard, sulle misure psicometriche negli adulti con un danno auto-recidivo non fatale.

L’integrazione giornaliera con PUFA n-3 (1,2 g di EPA e 0,9 g di DHA) per 12 settimane ha migliorato la psicopatologia, in particolare i punteggi per la depressione, il rischio suicidario e gli stress quotidiani rispetto al placebo in 49 partecipanti.

In sintesi, due studi controllati hanno osservato un miglioramento nei sintomi dei pazienti con disturbo bipolare con una combinazione di dosaggi di integratori omega 3 migliori EPA e DHA per quattro mesi e 1-2g al giorno di EPA etilico per 12 settimane, e vi è qualche prova che potrebbe avere un impatto sull’ ideazione suicida.

Ancora una volta, ulteriori indagini sull’integrazione e analisi del sangue di eritrociti n-3 PUFA sono necessari per indagare l’efficacia relativa di EPA o DHA rispetto a una combinazione dei due. In Germania e negli Stati Uniti sono attualmente in corso prove cliniche controllate sul disturbo bipolare.

Copyright © 2017-2018 Vedova Corporation, Lewes, DE, USA - Tutti i diritti riservati - disclaimer | termini e condizioni | privacy policy & cookies